«Trump esce perdente dalla battaglia, ma il trumpismo resisterà»

L’intervista

Riccardo Alcaro, esperto di politica americana dell’IAI, valuta le conseguenze politiche dei drammatici fatti di Washington

 «Trump esce perdente dalla battaglia, ma il trumpismo resisterà»
Soldati della Guardia nazionale schierati a protezione del Congresso il giorno dopo il folle assalto alla sede del Parlamento federale statunitense. ©AP Photo/Evan Vucci)

«Trump esce perdente dalla battaglia, ma il trumpismo resisterà»

Soldati della Guardia nazionale schierati a protezione del Congresso il giorno dopo il folle assalto alla sede del Parlamento federale statunitense. ©AP Photo/Evan Vucci)

Dietro l’assalto al Congresso vi è più la cieca fede nelle denunce di Trump di un voto rubato, o lo sfogo di una parte della società USA in grosse difficoltà?

«Vi è una fede cieca nelle denunce di Trump, in quanto molti repubblicani continuano a credere che l’elezione presidenziale sia stata fraudolenta, però non si può sottovalutare il potere carismatico che Trump esercita sul suo elettorato. Potere carismatico nel senso che l’unico motivo per cui i suoi sostenitori credono che il voto del 3 novembre sia stato macchiato da frodi è che Trump continua a ripeterlo. Una parte del Partito repubblicano gli ha fatto eco in questa sua denuncia, mentre l’altra parte non ha smentito questa sua tesi. Quindi il discorso politico del presidente uscente non è basato su fatti ma sulla parola del leader che...

Vuoi leggere di più?

Sottoscrivi un abbonamento per continuare a leggere l’articolo.
Scopri gli abbonamenti al Corriere del Ticino.

Abbonati a 9.- CHF

Hai già un abbonamento? Accedi

©CdT.ch - Riproduzione riservata
Ultime notizie: Mondo
  • 1
  • 1