Turchia contro il Parlamento ceco sul genocidio armeno

Ankara

Il ministero degli Esteri turco: «Prendere la decisione con pochi presenti in Senato, mentre il mondo intero combatte il coronavirus rivela la mentalità infida che c’è dietro»

Turchia contro il Parlamento ceco sul genocidio armeno
EPA/STR

Turchia contro il Parlamento ceco sul genocidio armeno

EPA/STR

La Turchia condanna la risoluzione adottata dal Parlamento della Repubblica Ceca che riconosce il «genocidio armeno» durante la Prima guerra mondiale.

«Il fatto che la decisione sia stata presa con pochi membri nel Senato presenti, mentre il mondo intero combatte contro la pandemia di coronavirus, rivela la mentalità infida che c’è dietro», sostiene in una nota il ministero degli Esteri turco, sottolineando inoltre che la risoluzione non riflette la posizione ufficiale del governo di Praga.

Ankara interviene regolarmente con toni analoghi in casi simili. La Turchia respinge la qualificazione della morte di centinaia di migliaia di armeni come un genocidio pianificato, sostenendo che è avvenuta nell’ambito di un conflitto e con perdite da entrambe le parti.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Mondo
  • 1
  • 1