«Uno squadrone della morte assassinava i civili»

afghanistan

L’accusa viene dal domenicale britannico «Sunday Times», che afferma di aver visionato alcune email e file segreti sulle uccisioni compiute dai militari delle forze speciali britanniche

«Uno squadrone della morte assassinava i civili»
© Shutterstock

«Uno squadrone della morte assassinava i civili»

© Shutterstock

Una presunta unità segreta «deviata» di militari delle forze speciali britanniche Sas avrebbe compiuto una serie di azioni notturne in villaggi dell’Afghanistan, uccidendo a sangue freddo civili disarmati.

L’accusa viene dal domenicale britannico Sunday Times, che afferma di aver visionato alcune email e file segreti attinenti a una causa presso l’Alta Corte, che potrebbero gettare luce su almeno 33 uccisioni in undici distinte operazioni segrete compiute sul teatro di guerra afghano nel 2011.

I documenti in possesso del Times fornirebbero prove su un episodio in particolare, nel quale, la notte del 16 febbraio del 2011, un’unità senza nome di truppe d’élite britanniche si sarebbe macchiata del presunto assassinio di quattro persone, tutti maschi, in un raid in un’abitazione nel villaggio di Gawahargin, nel sud della provincia meridionale di Helmand.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Mondo
  • 1
  • 1