Verso la sostituzione del cervello

Intelligenza artificiale

Grazie a una rete neurale, Microsoft può classificare le nostre espressioni durante le videoconferenze - È solo una delle applicazioni di IA che stanno conquistando la nostra quotidianità

Verso la sostituzione del cervello
© Shutterstock

Verso la sostituzione del cervello

© Shutterstock

L’intelligenza artificiale è ormai presente in ogni strumento della nostra vita quotidiana, in ogni campo: dalla medicina alla finanza, dai social network ai giochi. Eppure a 70 anni dalla sua nascita, almeno come teoria, riesce ancora a sorprenderci quando ci tocca in prima persona. Attenzione, controllo, mimica facciale, voce: l’intelligenza artificiale nel 2021 ci dimostra una volta di più quanto siamo sostituibili.

Fare attenzione

Fra qualche mese con Affective Spotlight di Microsoft non potremo più simulare l’attenzione: una vera svolta, per miliardi di studenti e impiegati. Perché la nuova frontiera della comunicazione non è più comunicare, ma farlo avendo la certezza di essere ascoltati. Un problema difficile da risolvere già nel mondo pre-COVID, con gli interlocutori fisicamente a pochi...

Vuoi leggere di più?

Sottoscrivi un abbonamento per continuare a leggere l’articolo.
Scopri gli abbonamenti al Corriere del Ticino.

Abbonati a 9.- CHF

Hai già un abbonamento? Accedi

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Mondo
  • 1
  • 1