Audi

Avant S4: una sportiva
di gran classe

Avant S4: una sportiva<br />di gran classe

Avant S4: una sportiva
di gran classe

Avant S4: una sportiva<br />di gran classe

Avant S4: una sportiva
di gran classe

Avant S4: una sportiva<br />di gran classe

Avant S4: una sportiva
di gran classe

Avant S4: una sportiva<br />di gran classe

Avant S4: una sportiva
di gran classe

Avant S4: una sportiva<br />di gran classe

Avant S4: una sportiva
di gran classe

Festeggia 40 anni la trazione integrale, la tecnologia «Quattro» messa a punto da Audi, che ha debuttato al Salone di Ginevra nel 1980. Certo da allora i progressi tecnologici sono stati costanti ed enormi, un po’ come il successo ottenuto dal marchio tedesco. È con questa riflessione che saliamo a bordo della Audi S4 Avant TDI dotata di un propulsore di tre litri alimentato a gasolio che lavora col supporto di un compressore azionato elettricamente e si avvale anche della tecnologia ibrida leggera a 12 Volt, che consente, stando ai dati comunicati dalla casa, di ridurre il consumo di 0,3 litri ogni 100 km percorsi.
Se volessimo addentrarci nei dettagli della tecnologia ibrida leggera (MHEV) rischieremmo di complicarci la vita, ma vogliamo provarci.

L’ibrido leggero (o mild hybrid)
Diciamo che quando si parla di auto ibride si pensa all’associazione tra un motore termico tradizionale e uno elettrico. La tecnologia ha messo a punto tre sistemi di ibrido: quello completo (full hybrid) che consente all’auto di recuperare energia e sfruttarla quando è in movimento (in modalità totalmente elettrica l’auto ha pochissimi km di autonomia); l’ibrido ricaricabile (plug-in) che si avvale della stessa tecnologia del full hybrid ma dispone di un pacco batterie più grande, ricaricabile tramite un collegamento alla rete elettrica (l’auto può percorrere circa una cinquantina di km in modalità completamente elettrica), e questo mild hybrid o ibrido leggero adottato dalla Audi S4 Avant. Rispetto agli altri due sistemi, il risparmio in termini di benzina o gasolio è inferiore, ma la tecnologia è più semplice e meno costosa. I componenti sono gli stessi di un sistema ibrido classico, ma sono più piccoli, tanto che spesso il motore elettrico si trova all’interno del cambio, ma essendo così piccolo non riuscirà a muovere da solo l’automobile. L’ibrido leggero garantisce alcuni vantaggi in termini di consumi ed emissioni, dal momento che può recuperare l’energia in frenata restituendola in fase di accelerazione, ma dal nostro punto di vista è maggiormente adatto ad auto di piccole dimensioni, mentre su un veicolo voluminoso e pesante come l’Audi S4 Avant i suoi effetti sono ridotti.

Avant S4: una sportiva<br />di gran classe

Un diesel potente
Nata per incarnare il puro spirito sportivo, l’Audi S4 Avant TDI monta un motore che è un vero concentrato di potenza. Il tre litri diesel libera 347 cavalli e sprigiona una coppia di 700 Nm che vengono messi a disposizione quasi immediatamente quando si spinge sull’acceleratore. Non v’è dubbio che, in questo senso, la tecnologia mild hybrid giochi un ruolo, perché la spinta del motorino elettrico nella fase iniziale dell’accelerazione si sente, esattamente come l’aiuto del compressore azionato elettricamente. I dati sono eloquenti: da 0 a 100 km/h in soli 4,9 secondi sono una sciccheria per un’auto che regala un grande piacere di guida grazie ad una tenuta di strada praticamente perfetta, alla trazione integrale, ad un’ottima capacità di assorbimento delle irregolarità, ad un cambio preciso e lineare come il tiptronic a 8 rapporti.

Avant S4: una sportiva<br />di gran classe

Classe e tecnologia
All’interno dell’abitacolo ci si trova a meraviglia, salvo forse per la posizione di guida un po’ troppo bassa per chi è abituato ai SUV, ma stiamo parlando di un’auto sportiva. Intanto va segnalata la silenziosità che accompagnerà il nostro viaggio, poi l’ottimo comfort generale, che scaturisce da una cura dei dettagli molto pronunciata e dalla qualità dei materiali utilizzati. Al centro della plancia si trova, leggermente inclinato verso il conducente, il grande display MMI touch, il punto centrale del nuovo sistema di comando che consente all’Audi A4 di essere altamente connessa col mondo e di offrire la stessa esperienza di utilizzo di un moderno smartphone. Il suo uso è intuitivo, la molteplicità delle funzioni complicherà un po’ il compito del conducente, ma ormai questa è una caratteristica comune alle auto di ultima generazione, che offrono un potenziale enorme, raramente sfruttato sino in fondo da chi le acquista. I modelli A4 sono disponibili con molti sistemi di assistenza alla guida. Gli optional disponibili sono raggruppati nei pacchetti Tour, Città e Parcheggio. Un importante sistema del pacchetto Tour è il regolatore adattivo della velocità, che comprende la funzione Stop&Go, per controllare la distanza automaticamente. Avvalendosi dell’assistente predittivo di efficienza, l’A4 è in grado di rallentare e accelerare proattivamente anche in assenza di un veicolo che precede. A tal fine valuta le indicazioni «Car-to-X», i dati di navigazione e la segnaletica stradale rilevata.

Il prezzo base del modello provato era di 82’100 franchi.

Avant S4: una sportiva<br />di gran classe
La scheda: Audi S4 Avant TDI

Mi piace
Il design della carrozzeria rivisitato in chiave lineare e moderna.
La potenza del motore e la silenziosità dell’abitacolo.
La cura dei dettagli e il grande comfort a bordo.

Non mi piace
La posizione di guida un po’ troppo bassa.
La disponibilità di varie opzioni di assistenza alla guida a pagamento, che fanno lievitare il prezzo finale della vettura.

Motore: V6 dotato di tecnologia mild hybrid
Cilindrata: 2’967 cc
Potenza e coppia massima: 347 CV e 700 Nm
Velocità massima: 250 km/h
Accelerazione: da 0 a 100 km/h in 4,9 sec.
Consumi: 7,1 l/100 km
Emissioni di CO2: 184 g CO2/km

Loading the player...
©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Motori e mobilità
  • 1