PORSCHE

Boxster 25 per celebrare l’anniversario

Boxster 25 per celebrare l’anniversario

Boxster 25 per celebrare l’anniversario

Boxster 25 per celebrare l’anniversario

Boxster 25 per celebrare l’anniversario

Boxster 25 per celebrare l’anniversario

Boxster 25 per celebrare l’anniversario

Porsche festeggia il 25° anniversario della sua famiglia roadster con un modello speciale: la Boxster 25. L’edizione, limitata a 1.250 unità in tutto il mondo, si basa sul modello GTS 4.0 da 294 kW (400 CV) con motore boxer a sei cilindri da quattro litri e riprende numerose caratteristiche di design del concept denominato «Boxster», che avviò la storia di successo della due posti aperta al Salone dell’automobile di Detroit nel 1993. La versione in serie, senza quasi alcuna modifica estetica, venne lanciata nel 1996 ed è giunta ora alla sua quarta generazione, dopo una produzione di oltre 357.000 unità.

Boxster 25 per celebrare l’anniversario

Nuovi colori
Una delle caratteristiche più sorprendenti del modello speciale è la reinterpretazione del colore neodimio: questo marrone scintillante, simile al rame, realizzava un emozionante contrasto con il colore di base argento GT metallizzato già sull’innovativo esemplare esibito nel 1993. Nell’edizione speciale, è utilizzato nella grembialatura anteriore, nelle prese d’aria laterali ad aletta singola, così come nelle scritte e sulle ruote in lega leggera bicolore da 20 pollici. Porsche propone la Boxster 25 nel colore argento GT metallizzato. Sono inoltre disponibili i colori Jet metallizzato e bianco Carrara metallizzato.

In linea con lo stile dell’originale storico, il modello speciale combina un allestimento interno in pelle bordeaux con una capote in tessuto rossa. La capote è decorata con la scritta «Boxster 25» a rilievo. In alternativa, interni e capote sono disponibili anche in nero. Tra molti altri componenti, sono compresi nella dotazione di serie ampliata il pacchetto interni in alluminio, i sedili sportivi regolabili elettricamente a 14 regolazioni, i listelli sottoporta con scritta «Boxster 25» e il volante sportivo multifunzione GT in pelle riscaldato.

Il propulsore del modello dell’anniversario ha un fascino speciale: il boxer a sei cilindri da 4,0 litri della 718 Boxster GTS 4.0 è utilizzato in una versione potenziata nelle prestazioni anche sulla puristica 718 Spyder.

Boxster 25 per celebrare l’anniversario

Porsche propone la Boxster 25 con cambio manuale a sei marce oppure con cambio a doppia frizione Porsche Doppelkupplung (PDK) a sette marce. Il modello speciale raggiunge una velocità massima di 293 km/h e, in combinazione con la scatola di trasmissione automatizzata e il pacchetto Sport Chrono di serie, accelera in 4,0 secondi da zero a 100 km/h.

La nuova Boxster 25 può essere ordinata da subito e sarà disponibile nei Centri Porsche svizzeri dalla fine di marzo 2021 al prezzo di partenza di 118.800 franchi. Ai clienti svizzeri è offerto un prolungamento della garanzia (2 + 2) e un pacchetto denominato Porsche Swiss Package che comprende diverse opzioni senza sovrapprezzo.

Un po’ di storia
La Boxster ha un significato speciale per Porsche: questa gamma preannunciava un nuovo orientamento nella politica dei modelli e indicò alla casa automobilistica sportiva la via d’uscita da una situazione economicamente difficile a metà degli anni Novanta. Ciò si rifletteva nel primo motore boxer di serie a sei cilindri raffreddato ad acqua e nel principio intelligente delle parti identiche, che debuttava con l’agile roadster a motore centrale. Introdotto nella 911 della generazione 996, presentata un anno dopo, ha riportato Porsche a una produzione economicamente redditizia.

Fin dall’inizio, la due posti dal prezzo interessante ha inoltre conquistato il cuore di nuovi e più giovani clienti. L’aspetto del concept «Boxster» presentato a Detroit ricordava la leggendaria 550 Spyder e l’auto sportiva da corsa 718 RS 60 Spyder. Nel gennaio del 1993 l’accoglienza fu talmente positiva che il consiglio di amministrazione di Porsche indirizzò immediatamente lo sviluppo del design in corso del modello di serie, ponendo come condizione: «Realizzatelo esattamente come il concept» – una decisione saggia, come il tempo avrebbe dimostrato.

In effetti, allorché il modello di serie fu lanciato nell’agosto 1996, era molto simile all’attrazione presentata alla fiera. Poiché condivideva la parte anteriore della generazione 996 della 911, l’ascendenza era fuori discussione: la Boxster era una vera Porsche. Allo stesso tempo, il suo motore boxer installato al centro, inizialmente da 2,5 litri e 159 kW (204 CV), era preparato per standard di emissioni più severi grazie al raffreddamento ad acqua, alla tecnologia a quattro valvole e alla fasatura di aspirazione variabile.

Sempre migliore e più potente
Seguirono presto un aumento delle prestazioni e ulteriori miglioramenti del modello. Già nel 1999, la prima generazione Boxster 986 ebbe un motore da 2,7 litri, dapprima con 162 kW (220 CV), successivamente con 168 kW (228 CV). La Boxster S di nuova introduzione era spinta da un motore a sei cilindri da 3,2 litri con 158 kW (252 CV), che presto diventarono 191 kW (260 CV). La generazione del modello 987 seguì nel 2004 con un design affinato, cerchi da 17 pollici e interni ridisegnati.

Nel 2012 Porsche presentò la generazione Boxster 981 completamente riprogettata e anche visivamente migliorata. Grazie a una carrozzeria in struttura leggera completamente nuova e al telaio interamente ridisegnato, la nuova arrivata era più in forma, atletica, accattivante e veloce che mai. Il tetto in tessuto completamente elettrico non aveva più il coperchio del vano capote, le sporgenze degli assi erano ancora più corte e il parabrezza spostato in avanti. I motori boxer più economici avevano l’iniezione diretta di benzina e si presentavano come unità a sei cilindri da 2,7 litri con 195 kW (265 CV) e da 3,4 litri con 232 kW (315 CV). La Boxster GTS seguì nell’aprile 2014 con 243 kW (330 CV). La Boxster Spyder era il modello di punta: il suo motore da 3,8 litri fece scalpore con 276 kW (375 CV).

L’attuale generazione – la Porsche 718 Boxster della gamma di modelli 982 – ha stabilito la nuova rotta nel gennaio 2016: ha fatto il suo debutto con motori turbo a quattro cilindri e un design affinato. Il motore da due litri ha una potenza di 220 kW (300 CV), il boxer da 2,5 litri di 257 kW (350 CV) grazie al turbocompressore con turbina a geometria variabile. La Boxster GTS con 269 kW (365 CV) è seguita poco dopo. A metà del 2019 la nuova versione della Boxster Spyder è passata al top di gamma. Condivide il motore da quattro litri e 309 kW (420 CV) con il modello di punta sportivo e chiuso 718 Cayman GT4. Dal 2020 questo motore centrale a sei cilindri si trova anche sulla 718 Boxster GTS 4.0 da 294 kW (400 CV).

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Motori e mobilità
  • 1