Porsche

Coupé Turbo,
la Cayenne selvaggia

Coupé Turbo, <br />la Cayenne selvaggia

Coupé Turbo,
la Cayenne selvaggia

Coupé Turbo, <br />la Cayenne selvaggia

Coupé Turbo,
la Cayenne selvaggia

Coupé Turbo, <br />la Cayenne selvaggia

Coupé Turbo,
la Cayenne selvaggia

Coupé Turbo, <br />la Cayenne selvaggia

Coupé Turbo,
la Cayenne selvaggia

Coupé Turbo, <br />la Cayenne selvaggia

Coupé Turbo,
la Cayenne selvaggia

Coupé Turbo, <br />la Cayenne selvaggia

Coupé Turbo,
la Cayenne selvaggia

Coupé Turbo, <br />la Cayenne selvaggia

Coupé Turbo,
la Cayenne selvaggia

Porsche ci consegna il top di gamma della nuova Cayenne Coupé, ossia la versione turbo: sotto il cofano ruggisce un motore che pare una belva indomabile e ne avevamo già avuto un assaggio al momento della sua presentazione alla stampa, sulle strade della Slovenia. L’otto cilindri a V della casa di Stoccarda è in grado di liberare qualcosa come 550 cavalli, mentre la sua coppia raggiunge i 770 Nm. Numeri che impressionano e che a fatica si riesce a tenere a bada sulle nostre strade, rispettando le norme sulla circolazione stradale.

Come una supercar
Perché basta un colpo di gas per scatenare l’inferno e imprimere alla nostra andatura un’accelerazione vertiginosa che ti schiaccia contro il sedile quando ruoti il tasto della modalità di guida sulla scelta «sport plus», il massimo di potenza consentito. Lo scrivevamo già in sede di presentazione del modello, lo ribadiamo ora: questa versione Turbo della Cayenne Coupé è persino esagerata e deve incutere a chi la guida il giusto rispetto, perché è di fatto una supercar e quando ci si mette al volante, se non si sta attenti è un attimo a sconfinare nel regno del proibito.

Perché una Cayenne Coupé?
L’interrogativo non ci sembra fuori posto. Non bastava il rinomato SUV Cayenne alla clientela Porsche? Che differenze ci sono tra la versione Coupé e quella per così dire “normale”? Molte e anche notevoli. La nuova Cayenne Coupé è più lunga, più piatta e sul retro più larga della Cayenne, ha un parabrezza più inclinato e la linea del tetto che scende con decisione verso la parte posteriore, nella quale fa bella mostra di sé uno spoiler adattivo che contribuisce a garantire stabilità alla vettura e si alza di 135 mm a partire dal raggiungimento della velocità di 90 km/h.

Questa immagine evidenzia lo spoiler posteriore adattivo della Cayenne Coupé Turbo
Questa immagine evidenzia lo spoiler posteriore adattivo della Cayenne Coupé Turbo

«La Coupé adotta tutte le caratteristiche tecniche di spicco dell’attuale Cayenne ma è un modello più progressivo, atletico ed emozionante grazie a un design ancora più dinamico e a nuovi dettagli tecnici», ha affermato Oliver Blume, presidente del Consiglio di amministrazione di Porsche AG. Detto questo, e vista l’ampia gamma di vetture sportive Porsche, qualche dubbio sulla necessità di un secondo modello Cayenne a noi rimane.
Resta indiscutibile però che siamo di fronte ad un’automobile di gran classe e di gran lusso, capace di coniugare al meglio lo spirito sportivo con una tecnologia di punta e la necessità di garantire un grande comfort. In questo senso, come non apprezzare il tetto in vetro fisso panoramico di 2,16 m2, dei quali quasi la metà (92 cm2) è trasparente? Questo tettuccio, sulla Coupé è di serie.

Aggredisce le curve, morde l’asfalto
Tornando alla guida: se il modello Turbo è «cattivo» e spregiudicato, va pur detto che possiede anche una sua dimensione normale che è quella da usare nella guida di tutti i giorni. Però sarebbe un errore pensare di mettersi al volante di un’auto docile. La versione Turbo dà una risposta fulminea e quasi furibonda ad ogni colpo di gas, aggredisce le curve e se le divora, morde l’asfalto, senza però mai fare i capricci, perché si tratta di una vettura dotata di un assetto straordinario, che tiene le traiettorie con la massima precisione anche quando da lei si richiede il massimo. Così, la sensazione è di guidare un’auto leggera - che tale però non è - in grado di garantire al conducente un’altissima sensazione di sicurezza.

Coupé Turbo, <br />la Cayenne selvaggia
La scheda

Mi piace
Al di là dell’abitacolo confortevole, qui parliamo di prestazioni e allora è giusto dire che nella sua spregiudicatezza, sulla strada il Turbo della Cayenne Coupé è un modello di precisione nelle traiettorie che regala grande sicurezza.

Non mi piace
Forse la superficie vetrata del lunotto poteva essere più grande. I piantoni dei finestrini ostacolano un po’ la visuale.

Motore: V8 Biturbo a benzina
Cilindrata: 3.996 cc
Potenza e coppia massima: 550 CV e 770 Nm
Accelerazione: 0-100 km/h in 3,9 secondi
Velocità massima: 286 km/h
Consumi verificati: 13,7 litri x 100 km
Emissione CO²: 258-261 g/km

Loading the player...
©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Motori e mobilità
  • 1