La novità

Dacia Spring, l’elettrico conveniente

Dacia Spring, l’elettrico conveniente

Dacia Spring, l’elettrico conveniente

Dacia Spring, l’elettrico conveniente

Dacia Spring, l’elettrico conveniente

Dacia Spring, l’elettrico conveniente

Dacia Spring, l’elettrico conveniente

Dacia Spring, l’elettrico conveniente

Dacia Spring, l’elettrico conveniente

Dacia Spring, l’elettrico conveniente

Dacia Spring, l’elettrico conveniente

Dacia Spring, l’elettrico conveniente

Dacia Spring, l’elettrico conveniente

Dacia Spring, l’elettrico conveniente

Dacia Spring, l’elettrico conveniente

È arrivata l’auto in grado di democratizzare l’elettromobilità e la rivoluzione non poteva che venire da Dacia, un marchio che come tutti sanno bada all’essenziale, ama le sfide e affronta il mercato senza complessi. Nel 2004 fu la Logan col suo prezzo accessibile a tutti ad aprire orizzonti inaspettati; nel 2010 Duster ha squarciato il mercato dei SUV ed ora ecco Dacia Spring, una vettura elettrica che si potrà acquistare per meno di 20 mila franchi!

Ovviamente la Spring non vizia il cliente: offre quel che serve, è un’auto semplice, che si inserisce perfettamente nella filosofia del marchio, capace di produrre vetture spaziose, robuste, affidabili.

La Spring, che si può ordinare a partire dal 22 aprile e sarà consegnata nell’autunno di quest’anno, è una crossover cittadina dalle misure contenute, è lunga infatti 373 cm e larga 177 cm con gli specchietti retrovisori aperti, ma offre uno spazio confortevole per quattro adulti, è arricchita da vari vani porta oggetto nell’abitacolo per 23 litri complessivi di volume e ha un bagagliaio sicuramente capiente per la classe A di 290 litri.

Grazie al suo peso contenuto di 970 kg assicura brio e autonomia elettrica, nonostante un motore “leggero” che sprigiona soltanto 45 CV e 125 Nm di coppia. Poca roba? Dipende dall’uso che ne vogliamo fare. Pensata soprattutto per la città, per i tragitti casa-lavoro, la Dacia Spring è una pratica compagna di viaggio. Noi l’abbiamo guidata per un paio d’ore nella periferia zurighese e da un punto di vista del rapporto qualità/prezzo siamo stati più che soddisfatti. La Dacia Spring può raggiungere una velocità massima di 125 km/h: in termini di razionalità del pensiero, considerati i limiti in vigore in Svizzera, è la velocità “giusta”, quel che serve per muoversi agilmente nel traffico, senza sconfinamenti nell’illegalità che rischiano di costare parecchio.

La Spring monta una batteria di 27,4 kWh, ciò che le consente di raggiungere un’autonomia di 230 km (ciclo WLTP combinato) ma di 305 km in città, grazie alle capacità di recupero dell’energia elettrica e al minor consumo derivato dalla velocità, che la modalità di guida Eco limita a 100 km/h. Grazie alla possibilità della ricarica veloce da 30 kW, la batteria può essere portata all’80% della sua capacità in meno di un’ora, mentre una ricarica completa può avvenire in un’ora e mezza.

Esteticamente la Dacia Spring è un’auto piuttosto ben riuscita: ha linee grintose, un look da SUV vero, dà l’impressione di essere un’auto robusta, linee ottiche orizzontali a LED che si integrano bene nella calandra che nasconde il bocchettone della ricarica. Forse le ruote sono un po’ piccole (14 pollici) e rappresentano una nota stonata nella vista laterale.

Due i modelli commercializzati: Comfort e Comfort Plus. Al momento del lancio solo il secondo sarà disponibile (a partire da 20’490 franchi). La dotazione di serie, non ricchissima, comprende il sistema di navigazione su uno schermo da 7 pollici, camera per la retromarcia, possibilità di integrare lo smartphone, elementi in color arancione e un abitacolo che fa largo uso di pannelli in plastica rigida.

La guida è comoda: lo sterzo, che ha poca resistenza, permette un raggio di curvatura eccellente di 4.80 metri, ciò che rende la Dacia Spring facilmente manovrabile. Se la ripresa sulla lunga distanza è un po’ tortuosa (da 0 a 100 km/h in 19,1 secondi), lo spunto sul breve è invece in linea con quello fornito da altre vetture della categoria: da 0 a 50 km/h ci vogliono infatti solo 5,8 secondi. Insomma, è a tirar su l’auto dai 60 all’ora che si avverte un po’ di fatica, ma stiamo parlando di una cittadina e per il contesto urbano lo spunto immediato vale più di una ripresa sulla lunga distanza, con dati che sconsigliano di avventurarsi in sorpassi azzardati o di mettersi in autostrada sulla corsia di sorpasso.

Dacia Spring, l’elettrico conveniente
La scheda

Motore: elettrico, sincrono a magneti permanenti
Capacità della batteria: 27,4 kWh
Tempo di ricarica all’80%: 55 min a 30 kW/ 8h28 a 3,7 kW/ 13h32 a 2,3 kW
Potenza e coppia massima: 45 CV e 125 Nm
Autonomia: 230 km
Velocità massima: 125 km/h
Accelerazione: 0-50 km/h in 5,8 sec. – 0-100 km/h in 19,1 sec.
Etichetta energia: A
Prezzo base: 18'990 fr.

Mi piace
Il rapporto qualità/prezzo è eccellente se avete bisogno di un’auto elettrica per gli spostamenti di tutti i giorni senza la pretesa di poter disporre di un veicolo superaccessoriato. Gli spazi a bordo sono corretti, il baule è ampio.

Non mi piace
Non è possibile abbattere lo schienale del divanetto posteriore per frazioni: o tutto o niente. L’opzione per la ricarica rapida a 30 kW si ottiene con un sovrapprezzo di 650 fr.

Loading the player...
©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Motori e mobilità
  • 1