Secondo Comparis i prezzi del servizio sono stabili

L’abbonamento auto prende il volo

L’abbonamento auto prende il volo

L’abbonamento auto prende il volo

La pandemia di coronavirus è un grave ostacolo alla mobilità. Le FFS, ad esempio, hanno appena attuato il più grande cambiamento d’orario della loro storia. Tra i clienti interessati da queste misure vi sono, tra gli altri, i professionisti del settore medico, il personale della protezione civile e i dipendenti del settore del commercio al dettaglio. “Le persone sono alla ricerca di soluzioni e si rivolgono ad aziende che offrono pacchetti auto, sempre più popolari», dice Andrea Auer, esperta di mobilità presso Comparis, il portale svizzero di confronto. Andrea Auer spiega che Carify, per esempio, sta registrando da alcuni giorni il triplo delle richieste rispetto a prima della crisi. Le offerte sono interessanti perché non sono legate a contratti lunghi. Il periodo minimo di impegno è a volte anche di un mese. Comparis ha esaminato il termine per la messa a disposizione dei veicoli, i periodi contrattuali minimi e le tariffe di sette fornitori operanti in Svizzera.

Tempi di fornitura: un’auto disponibile entro due ore, a seconda del fornitore
Data la situazione attuale, i lunghi ritardi non soddisfano le aspettative di chi cerca una soluzione di mobilità. Grazie al loro modello di business, le società di noleggio come Hertz sono in una posizione favorevole. Hertz è in grado di mettere a disposizione i suoi veicoli entro due ore nell’ambito dell’offerta «MiniLease». Con altri fornitori questo termine può durare per contro fino a cinque giorni lavorativi.
«La ragione di questa differenza è dovuta al fatto che i veicoli sono già immatricolati alla Hertz» sottolinea A. Auer. Tuttavia, la specialista fa notare che questa immatricolazione non viene effettuata a nome del proprietario e ciò può essere un problema per chi vive in città, dato che i permessi di parcheggio per la zona blu sono di solito rilasciati a nome del titolare del veicolo. «Prima di concludere un contratto, è quindi consigliabile informarsi sul nome che verrà utilizzato per immatricolare il veicolo», raccomanda Aeuer

Periodo minimo di impegno a partire da un mese
In questo periodo dominato dalla crisi del coronavirus, i criteri presi in considerazione sono la disponibilità, ma anche la durata dell’impegno. L’impegno contrattuale minimo presso Carify, Hertz MiniLease e Flat Drive è di un mese. Per Auto Kunz, Clyde e Upto it è di tre mesi, mentre i clienti Carvolution devono impegnarsi per un minimo di sei mesi. Generalmente, il periodo di cancellazione è di 30 giorni, ad eccezione di Hertz MiniLease, che non richiede alcun periodo di preavviso.

Abbonamenti mensili a partire da 405 franchi
A livello di costi, la più economica delle offerte di abbonamento analizzate da Comparis (al 23 marzo 2020) è l’abbonamento Carvolution, che costa CHF 405.- al mese. «Non abbiamo visto un aumento generale», riassume Auer, aggiungendo che alcuni fornitori hanno addirittura abbassato i prezzi. Ad esempio Auto Kunz ha abolito la tassa di gestione di 390 franchi.

Consegna del veicolo: tre fornitori su sette consegnano gratis il veicolo a casa
Oltre all’annullamento di varie spese «stiamo vedendo anche una certa flessibilità in termini di consegna a domicilio» afferma Andrea Auer. Tre dei sette fornitori dei servizi in esame offrono al momento la consegna a domicilio gratuita (Carify, Clyde, Hertz MiniLease). Un importo fisso viene addebitato da Carvolution (180.- franchi), Auto Kunz (240.-) e Upto (250.-). Flat Drive calcola il costo della consegna a domicilio in base al tempo impiegato e applica una tariffa oraria di 50 franchi da Langenthal, nel canton Berna.
Secondo l’esperta di Comparis «stando alla nostra ricerca, i fornitori di servizi adottano tutte le precauzioni necessarie per garantire la corretta consegna del veicolo», come ad esempio la disinfezione dell’auto prima della consegna al cliente. «Chiunque abbia sottoscritto un abbonamento è invitato a informarsi sulle possibilità di ottenere istruzioni online per il veicolo» prosegue Auer, rilevando che in questo modo si può evitare il contatto fisico.

©CdT.ch - Riproduzione riservata
Ultime notizie: Motori e mobilità
  • 1