Novità in casa Porsche

La Panamera è
ancor più accattivante

La Panamera è <br />ancor più accattivante
Porsche Panamera 4S E-Hybrid

La Panamera è
ancor più accattivante

Porsche Panamera 4S E-Hybrid

La Panamera è <br />ancor più accattivante
La versione GTS Sport Turismo della Panamera

La Panamera è
ancor più accattivante

La versione GTS Sport Turismo della Panamera

La Panamera è <br />ancor più accattivante
La Panamera Turbo S

La Panamera è
ancor più accattivante

La Panamera Turbo S

La Panamera è <br />ancor più accattivante
I nuovi modelli ibridi della Porsche Panamera

La Panamera è
ancor più accattivante

I nuovi modelli ibridi della Porsche Panamera

Porsche ha deciso di affinare ulteriormente la Panamera, modello la cui seconda generazione è stata lanciata nel 2016. Il processo di rinnovamento prevede un look ancor più dinamico e sportivo, che riguarda ogni modello della gamma, dalla Panamera più classica da 5,05 metri alla Sport Turismo, fino all’Executive di 5,20 metri grazie al passo maggiorato.
Debutta la versione ibrida 4S E-Hybrid, come pure spicca nell’offerta la variante Turbo S da ben 630 CV. Per tutte il design è stato aggiornato nel frontale, che adotta nuove luci diurne incastonate nel fascione paracolpi modificato e che prevede un inedito diffusore e gruppi ottici che si accendono quando si aprono e chiudono le portiere.
All’interno, nel caso per esempio del modello 4S E-Hybrid, sono stati rielaborati alcuni dettagli, a partire dal volante che ha comandi polifunzionali differenti, l’orologio (analogico), e anche le finiture di svariati rivestimenti interni. Ora, inoltre, il sistema multimediale PCM risponde meglio ai comandi vocali, Apple Car Play si attiva adesso mediante un collegamento non cablato e gli smartphone a induzione possono essere caricati da un apposito dispositivo. E se restano inalterati i comandi a sfioramento della console centrale e i pulsanti (sempre touch) per regolare le bocchette dell’aria dinamica, le porte USB ora possono caricare apparecchi con potenza fino a 15W.
Progressi evidenti si riscontrano però soprattutto nella guida, grazie al comfort ulteriormente accentuato dalle sospensioni a controllo elettronico, che hanno tratto giovamento dagli sviluppi del sistema gestionale PASM, mentre l’avantreno è stato ridisegnato e quello posteriore, sterzante, ha subito modifiche di dettaglio. Insieme al PASM Porsche ha affinato pure lo sterzo, mentre sono nuove anche le gomme specifiche ideate da Michelin.
L’inedita variante ibrida spicca per il funzionamento più efficace in modalità elettrica e per la diversa modulabilità del pedale del freno. Questo modello eroga una potenza combinata di 560 CV e la coppia massima di 750 Nm, il che equivale a una progressione rispetto alla precedente 4 E-Hybrid di 98 CV e 50 Nm. Ad azionarla vi sono un V6 di 2,9 litri (440 CV) unito a un motore elettrico erogante 136 CV, per il quale si è provveduto a potenziare la capacità delle batterie a 17,9 kWh. Un dato che per la marca è sufficiente a garantire 54 km di autonomia in modalità elettrica. Porsche ha del resto provveduto pure a migliorare l’efficienza del sistema di ricarica in decelerazione e in frenata con modalità di guida che, a seconda, privilegiano la marcia a zero emissioni, considerano vari parametri per salvaguardare la carica esistente a tutto vantaggio del motore elettrico o generano più potenza per incrementare le performance. Sul mercato svizzero le Panamera ultima serie sono già disponibili da 121’800 franchi; la 4S E-Hybrid è venduta da 162’300 franchi.

L’interno della nuova Panamera 4S E-Hybrid
L’interno della nuova Panamera 4S E-Hybrid
La scheda della Panamera 4S E-Hybrid

Cilindrata: 2'894 cc
Potenza e coppia massima: 560 CV e 550 Nm
Velocità massima: 298 km/h
Accelerazione: 0-100 km/h in 3,7”
Emissioni di CO2: 47 g/km
Consumo: 2,2/2,8 l/100 km

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Motori e mobilità
  • 1