mondomoto

Le ultime novità Kawasaki per il 2021

Le ultime novità Kawasaki per il 2021
Il modello Ninja ZX-10RR MY2021

Le ultime novità Kawasaki per il 2021

Il modello Ninja ZX-10RR MY2021

Le ultime novità Kawasaki per il 2021
Kawasaki Ninja

Le ultime novità Kawasaki per il 2021

Kawasaki Ninja

Le ultime novità Kawasaki per il 2021
La Kawasaki Supercharged Z H2 SE 2021

Le ultime novità Kawasaki per il 2021

La Kawasaki Supercharged Z H2 SE 2021

Le ultime novità Kawasaki per il 2021
Ancora una foto della Supercharged

Le ultime novità Kawasaki per il 2021

Ancora una foto della Supercharged

La novità più importante di Kawasaki per il 2021 è la nuova Ninja ZX-10R / Ninja ZX-10RR. Dopo aver vinto sei titoli consecutivi nel Campionato Mondiale Superbike, l’attuale modello si ritira per lasciare il posto al successore ulteriormente migliorato. Colpisce in particolare il nuovo pacchetto aerodinamico, che aumenta la deportanza del 17% rispetto al modello precedente. Quanto questo funzioni bene insieme ad altre modifiche è stato dimostrato nel primo test invernale di quest’anno, che Jonathan Rea ha terminato al primo posto. Aerodinamica migliorata grazie al nuovo frontale e dal parabrezza più alto (+ 40 mm), manubrio e i poggiapiedi modificati fanno la loro parte e ottimizzano la posizione del pilota. Grazie ad i continui feedback dei piloti della squadra ufficiale

Jonathan Rea e Alex Lowes, Kawasaki, ha testato numerose idee in una stagione che ha visto Rea assicurarsi uno storico sesto mondiale consecutivo nella WSBK. Hanno lavorato in ottica “racing” per portare al massimo potenziale le Ninja del 2021 con un solo obiettivo: la vittoria in gara! Per il 2021, Kawasaki ha realizzato un nuovo pacchetto aereodinamico che è stato combinato con aggiornamenti ergonomici introdotti da una nuova tecnologia ingegneristica definita «under the skin». Le nuove Ninja hanno innovative alette incorporate alla struttura della carenatura della moto, che convogliano il flusso d’aria e creano un carico aerodinamico aggiuntivo. Allo stesso modo, il design della sezione posteriore è stato leggermente modificato per creare un’area di bassa pressione dietro il pilota. Combiniamo tutto questo con un cupolino più alto di 40 mm, una posizione più aperta dei semi manubri, che replica quella della moto da corsa di Jonathan Rea, e pedane più alte di 5 mm, ecco crearsi quel pacchetto aerodinamico ed ergonomico che è solo uno delle prerogative principali della Ninja ZX-10R & RR del 2021. Dietro al cupolino campeggia un display TFT racing (con connettività Bluetooth), quattro riding modes selezionabili tramite pulsanti del semi-manubrio e per rendere più confortevole l’utilizzo in strada della moto, sono stati introdotti il cruise control e le manopole riscaldate (presenti nella lista accessori originali Kawasaki). Il bilanciamento delle sospensioni è cambiato, c’è stata una regolazione verso una taratura più soft all’anteriore ed un irrigidimento del mono posteriore. Il compito di rallentare questa bestia, in pista e su strada, è gestito da una suite di articoli Brembo che comprende: pinze monoblocco M50, dischi anteriori semiflottanti ø330 mm e pompa radiale (con tubi in treccia in acciaio racing su RR). Per quanto riguarda il concetto “vedere ed essere visti” l’illuminazione full LED utilizza luci dirette dall’unità di proiezione di Mitsubishi; i loro moduli ottici luminosi vengono adottati per la prima volta in ambito motociclistico sulla Ninja 2021. Il cuore pulsante di ogni Ninja è il motore (998cc) e ZX-10R ed RR non fanno eccezione. Perfezionati i rapporti del cambio. Il nuovo radiatore dell’olio raffreddato ad aria sviluppato da KRT è un altro segno di come l’esperienza accumulata nelle corse si trasferisca direttamente sul prodotto di serie. Ninja ZX-10RR MY2021 è in edizione limitata a 500 unità, rispetto alla R è dedicata esclusivamente alla pista, ha cerchi Marchesini appositamente realizzati per lei e pneumatici Pirelli Diablo Supercorsa SP. Ninja ha vinto il titolo mondiale Superbike per sei anni consecutivi e non c’è da stupirsi se le Ninja ZX-10R e la ZX-10RR del 2021 indossino il prestigioso River Mark di Kawasaki.

Kawasaki Supercharged Z H2 SE 2021

Il modello SE aggiunge splendore al concetto della Z H2. Una nuova grafica e verniciatura la rendono unica. Una moto senza fronzoli, impossibile ignorarla. Il telaio a traliccio e l’esclusivo motore sovralimentato sono ereditati dalla Z H2. La SE vanta una straordinaria gamma di aiuti elettronici per il pilota come: cruise control, riding modes (che si collega al Traction control sportivo KTRCS), power modes, traction & launch control, up/down quick shifter, Cornering Management Function, launch control and Intelligent anti-lock Brake System che fa affidamento sulle nuove pinze Brembo Stylema per una grande potenza di arresto. Enorme la coppia del 4 cilindri in linea da 998cc, e il viaggio sarà ancor più confortevole grazie alla tecnologia Skyhook di Showa che sovraintende il comportamento della forcella Showa SFF-CA (cartuccia) ø43 mm con smorzamento elettronico e dell’ammortizzatore posteriore high-spec BFRC lite. La tecnologia Skyhook regola elettronicamente lo smorzamento con un tempo di reazione di 1 millisecondo. Si adatta alla velocità del veicolo e alla velocità della corsa delle sospensioni, con l’intenzione di mantenere il corpo moto in un assetto costante, mentre le ruote e le sospensioni tracciano gli avvallamenti e le imperfezioni del manto stradale. Skyhook gestisce anche il beccheggio che si verifica in frenata. Il reparto luci è interamente a LED e il cruscotto è un pannello TFT che grazie alla sua chiarezza e alta visibilità permette di concentrarsi esclusivamente sulla guida. Il TFT è dotato di Bluetooth che consente la connessione con lo smartphone del motociclista grazie all’app Rideology di Kawasaki. Questa è gratuitamente scaricabile dai vari app store, è utile per settare, controllare e analizzare una serie di funzioni della Z H2 SE. Z H2 SE si fregia dell’esclusivo «River Mark» che Kawasaki appone solo sulle sue creazioni più uniche e speciali.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Motori e mobilità
  • 1