Novità

MC20, una supercar per rilanciare Maserati

MC20, una supercar per rilanciare Maserati

MC20, una supercar per rilanciare Maserati

MC20, una supercar per rilanciare Maserati

MC20, una supercar per rilanciare Maserati

MC20, una supercar per rilanciare Maserati

MC20, una supercar per rilanciare Maserati

MC20, una supercar per rilanciare Maserati

MC20, una supercar per rilanciare Maserati

MODENA - Anche in tempo di pandemia, Maserati per il suo lancio ha creato un grande evento, unico, spettacolare, degno di una star. E in un certo senso la nuova supercar del Tridente, la Maserati MC20, è davvero una stella. La presentazione è stata organizzata all’Autodromo di Modena, dove è stato allestito un palco monumentale: alto 23 metri, largo 33 e profondo 30 metri, con una pedana ruotante centrale dal diametro di 5 metri. A far da sfondo, un imponente mega schermo a led, con una superficie di 630 metri quadri.
La MC20 è il primo tassello di quella che a Modena definiscono una nuova era, il primo modello che segna un nuovo corso. La super sportiva colpisce con il suo design elegante, il look potente e aggressivo che esprime la sua vocazione alla corsa. Disegnata dal Centro Stile Maserati a Torino, MC20 è al 100% sviluppata, ingegnerizzata e prodotta a Modena e ha iniziato a prendere forma nei laboratori del Maserati Innovation Lab, il centro di ingegneria della Casa del Tridente, una struttura d’eccellenza dove nascono tutte le Maserati di oggi e di domani.

Questa vettura dalla sorprendente efficienza aerodinamica è dotata di un nuovo motore, chiamato Nettuno, un V6 da 630 cavalli e 730 Nm di coppia che garantisce un’accelerazione da 0-100 km/h in meno di 2,9’’ e una velocità massima superiore ai 325 km orari. Un motore che segna il ritorno di Maserati alla produzione dei propri propulsori dopo oltre 20 anni.

Nettuno, motore 6 cilindri turbo 3.000 CC a V 90°, è una novità assoluta protetta da brevetto internazionale perché porta sulle vetture stradali una tecnologia usata in Formula 1. È un motore made in Modena al 100%, ad oggi, il motore 6 cilindri in produzione che esprime più potenza: disegnato particolare per particolare dai motoristi dell’ufficio tecnico Maserati con il costante supporto dell’Innovation Lab di Modena, è il motore tecnologicamente più avanzato oggi disponibile per una vettura stradale.

Stiamo parlando di un’automobile destinata a segnare il proprio tempo, dal costo evidentemente inaccessibile per la maggior parte dei comuni mortali: in Svizzera sarà venduta a 221’950 franchi. Un’auto da usare tutti i giorni? La nostra risposta è no, perché stiamo parlando di un’auto dalle prestazioni corsaiole, nata per essere sfruttata soprattutto in pista. Poi, chissà, domani quando arriverà la versione elettrica (la casa l’ha promesso) ne ridiscuteremo, ma questo modello mosso da un motore alimentato a benzina mette addosso i brividi, già soltanto a sentirlo «cantare».
MC20 (MC come Maserati Corse, 20 sta per 2020) è una vettura estremamente leggera che pesa meno di 1.500 kg (peso in ordine di marcia) e grazie ai 630 CV erogati si classifica come best in class per il rapporto peso/potenza che è di 2,33 kg/CV. Per raggiungere questo primato si è puntato sulla scelta dei materiali di qualità, sfruttando la fibra di carbonio, senza nulla sacrificare in termini di comfort.
Grazie alle sue forme eleganti e diremmo inconfondibili, l’ultima nata in casa Maserati incarna alla perfezione il made in Italy, fatto di soluzioni tecniche geniali, di scelte di classe, di fantasia. In questo caso, sono state riscoperte le portiere butterfly, una soluzione che la casa non bolla come trovata puramente estetica, ma definisce importanti perché permettono un’entrata e un’uscita dall’abitacolo ottimale.

Bella fuori e dentro, la MC20: il posto guida è essenziale, funzionale e razionale. Tutto è concepito per aiutare il guidatore ad ottenere il massimo dalla sua Maserati senza distrarlo. Così si sono privilegiate forme semplici, con pochi spigoli vivi. I materiali scelti sono neri, la tappezzeria scura per non creare riflessi sul parabrezza. Tutto è pensato come se ci si calasse nell’abitacolo di un’auto da corsa privilegiando la funzionalità e la visibilità. Il tunnel centrale è rivestito in fibra di carbonio e ha solo i pulsanti e gli interruttori che sono assolutamente necessari, in modo da non distrarre dall'esperienza di guida e per assecondare la filosofia minimalista, ma allo stesso tempo elegante, che ha guidato la creazione degli interni.

Evidentemente la MC20 è equipaggiata con il sistema multimedia di ultima generazione e sarà sempre connessa grazie al nuovo programma Maserati Connect.

Un’immagine dello show andato in scena a Modena per la presentazione della MC20
Un’immagine dello show andato in scena a Modena per la presentazione della MC20
Futuro elettrico

La casa modenese in contemporanea con la presentazione della MC20 ha anche illustrato il suo programma di elettrificazione denominato Folgore: servirà a produrre dapprima le nuove Maserati GranTurismo e GranCabrio completamente elettrificate, alle quali farà seguito il nuovo SUV, pure elettrico, che si chiamerà Grecale, un altro nome ispirato da uno dei venti che soffiano sul Mediterraneo e che, svelato al buio alla stampa presso Maserati Innovation Lab, è sembrato imparentato con la Stelvio, con dimensioni contenute rispetto alla Levante e dunque potenzialmente in grado di far concorrenza a Porsche Macan.
Il SUV Grecale arriverà sul mercato nel corso del 2021 ed è un modello che sta molto a cuore alla Casa del Tridente. Sarà offerto con motorizzazioni completamente elettriche, ma anche termiche e dovrebbe disporre all’incirca di 500 CV.
L’offensiva Maserati per il futuro prevede la produzione di una serie di modelli nuovi o rielaborati nei prossimi quattro anni: 13 versioni dovrebbero essere completamente inedite, mentre considerando anche i «restyling» la casa arriverà a mettere sul mercato 16 modelli nuovi, tutti disponibili con un motore elettrico di ultimissima generazione prodotto nell’ambito del programma Folgore.

La scheda della MC20

Motore: V6 90° MTC twin turbo
Cilindrata: 3.000 cc
Potenza e coppia massima: 630 CV e 730 Nm
Accelerazione: 0-100 km/h in 2.9 sec
Velocità massima: 325 km/h
Consumi dichiarati: 11,6 litri x 100 km
Emissioni CO2: 262 g/km

Mi piace

È un’auto da mille e una notte, con una linea della carrozzeria che ipnotizza. Una supercar spettacolare capace di mozzare il fiato. Il suono del motore è una promessa di aggressività e potenza, ma non è stato possibile salire a bordo e dunque non possiamo dire nulla sulle impressioni di guida.

Non mi piace

Fondamentalmente nulla, ma non possiamo fare a meno di rilevare come la produzione di un’auto del genere destinata alla strada sia quanto meno discutibile, nell’epoca dei discorsi sulla sostenibilità ambientale e con le regolamentazioni in vigore che limitano strettamente la libertà di pigiare sull’acceleratore. Sull’impiego in pista e, forse, nelle corse, nulla da obiettare.

Loading the player...
©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Motori e mobilità
  • 1