Le nostre prove

Mégane E-Tech, versatile
e moderata nei consumi

Mégane E-Tech, versatile <br />e moderata nei consumi

Mégane E-Tech, versatile
e moderata nei consumi

Mégane E-Tech, versatile <br />e moderata nei consumi

Mégane E-Tech, versatile
e moderata nei consumi

Mégane E-Tech, versatile <br />e moderata nei consumi

Mégane E-Tech, versatile
e moderata nei consumi

Mégane E-Tech, versatile <br />e moderata nei consumi

Mégane E-Tech, versatile
e moderata nei consumi

Mégane E-Tech, versatile <br />e moderata nei consumi

Mégane E-Tech, versatile
e moderata nei consumi

Mégane E-Tech, versatile <br />e moderata nei consumi

Mégane E-Tech, versatile
e moderata nei consumi

L’elettrificazione dei modelli Renault marcia spedita, al di là della conosciutissima Zoe, della Twingo o del furgoncino Kangoo, che hanno fatto da apripista. Clio, Captur, Arkana e Mégane sono stati al centro della “Renaulution”, la rivoluzione verde del marchio francese, che ha la fortuna di potersi appoggiare su una larga esperienza maturata con l’elettrico nelle gare di Formula Uno. Con la definizione di E-Tech, questi modelli sono stati declinati in versione ibrida, con la formula plug-in, ossia col modo ricaricabile, sia la Captur sia la Mégane.
Ci siamo calati nell’abitacolo della Mégane E-Tech plug-in Hybrid con parecchia curiosità ed abbiamo scoperto un’auto che assicura un grande piacere di guida, buone prestazioni grazie alla potenza del suo motore da 160 CV e un comfort generale a tutto tondo, senza compromessi.
L’uso dell’elettrico è interessante sin dal primo affondo del pedale del gas, poiché l’avvio dei modelli E-Tech di Renault, e dunque anche della nostra Mégane, avviene sempre nella modalità elettrica, ciò che consente di sfruttare appieno le caratteristiche del motore elettrico, specialmente la messa a disposizione immediata di una coppia massima che assicura partenze fulminee e risposte immediate alla richiesta di accelerazione.
Nel nostro test abbiamo avuto a disposizione il modello Grandtour in versione R.S., ossia un veicolo estremamente versatile, una station wagon declinata secondo i canoni della sportività.

Grazie alla presenza di una batteria della capacità di 9,8 kWh, il cui peso è stato ridotto a soli 105 chili, la nuova Mégane ibrida dispone di un’autonomia in modalità completamente elettrica di 50 chilometri nel ciclo misto (fino ad una velocità massima di 135 km/h) e di 65 chilometri nel ciclo urbano. Sono dati forniti dalla casa casa, difficilmente verificabili nel traffico quotidiano, poiché tutto dipende dalle modalità di guida del conducente, dalle condizioni del traffico, della meteo e dal tipo di strade percorse. Quello che è interessante, anche se non possiamo certo parlare di novità al riguardo, è la possibilità affidata alle scelte del conducente di personalizzare l’uso della trazione elettrica.
Di regola l’utilizzazione dell’energia che muove il veicolo si effettua in maniera automatica, con una bella rappresentazione a video grazie al sistema multimediale Renault Easy Link, ma volendo il conducente può optare per le regolazioni proposte dal sistema Multi-Sense, che offre anche la possibilità di forzare la circolazione in modo completamente elettrico scegliendo la modalità di guida Pure, oppure di far capo a tutta la potenza del motore in modalità Sport, quando per esempio è necessario affrontare un sorpasso.
In qualsiasi modalità di guida, la Mégane Grandtour R.S. offre tanto comfort e tanta sicurezza a bordo, dove si apprezza una qualità stilistica eccellente a livello di abitacolo, tanta cura per i dettagli e un senso di benessere derivante, non da ultimo, dalla qualità dell’insonorizzazione.
Sulla strada questa vettura si fa apprezzare non solo per prestazioni di ottimo livello, ma anche per una facilità di guida derivante dai molti aiuti tecnologici messi a disposizione del conducente, dalla precisione e dalla qualità dello sterzo, dalla buona propensione ad assorbire le asperità della strada e da una fluidità che mette in risalto l’ottimo lavoro d’assieme dei tre motori che la muovono, quello termico e i due elettrici, ma anche l’ottima resa di un cambio innovativo con innesto a denti.
A livello di consumi, il buon funzionamento del recupero di energia in frenata e decelerazione consente il contenimento dell’uso della benzina: a batteria in funzione, il lavoro d’assieme dei tre motori consente di limitare il consumo attorno al litro e mezzo per 100 km, con punte di 6 litri circa per 100 km quando, esaurita la batteria, a funzionare è soltanto il motore termico.

Mégane E-Tech, versatile <br />e moderata nei consumi
La scheda

Motore:  termico a 4 cilindri + 2 elettrici
Cilindrata: 1’598 cc 
Potenza e coppia massima: 160 CV e 205 Nm 
Accelerazione: da 0 a 100 km/h in 9,8 sec.
Velocità massima: 178 km/h
Consumi: 1,5 l/100 km 
Emissioni CO2: 28-36 g/km 
Classe efficienza energetica: A 
Prezzo base del veicolo: 45’200 franchi  

Mi piace
La funzionalità e il comfort dell’abitacolo, la qualità dei sedili e la facilità d’uso dell’infotainment.

Non mi piace 
L’assenza della ricarica rapida per la batteria: un ciclo completo di ricarica necessita di circa 5 ore alla presa domestica, di 3 ore con una wall box.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Motori e mobilità
  • 1