Le nostre prove

Nuova Clio, auto tecnologica e reattiva

Nuova Clio, auto tecnologica e reattiva

Nuova Clio, auto tecnologica e reattiva

Nuova Clio, auto tecnologica e reattiva

Nuova Clio, auto tecnologica e reattiva

Nuova Clio, auto tecnologica e reattiva

Nuova Clio, auto tecnologica e reattiva

Nuova Clio, auto tecnologica e reattiva

Nuova Clio, auto tecnologica e reattiva

La storia della Renault Clio è lastricata di successi se si considera che da quando è stata lanciata la prima versione, nel 1990, fino ad ora è stata venduta in oltre 15 milioni di esemplari. Giunta alla quinta generazione, la Clio si presenta più ambiziosa che mai e, va detto, i numeri non mancano per assicurare una continuità a questo best seller firmato Renault. Abbiamo provato la versione Blue dCi equipaggiata con un motore diesel di 85 CV che consuma 3,8 litri per 100 km. Prima di entrare nei dettagli va precisato che la nuova Clio rappresenta una sorta di testa di ponte della strategia di Renault che prevede, tra l’altro, il lancio di 19 modelli elettrificati entro il 2022: Clio sarà la prima vettura del gruppo con una motorizzazione completamente ibrida, inoltre farà da pioniere nell’ambito della tecnologia per l’introduzione della guida autonoma. L’ultima nata ingloba il meglio delle quattro generazioni precedenti: il design presenta linee più eleganti e dinamiche sempre nel segno della continuità. Ma la vera rivoluzione, se così si può dire, riguarda gli interni. Sin dal primo contatto, una volta installati a bordo, balzano all’occhio i materiali di qualità e i rivestimenti soft. Pur essendo più corta di 12 mm, l’abitacolo si presenta più compatto e, soprattutto più spazioso: il design ondeggiante accentua inoltre l’impressione di maggior larghezza. Ma non è tutto. Elemento chiave del nuovo cockpit è lo schermo multimediale di nove pollici, il più grande adottato finora da Renault. Orientato verso il conducente, propone, in modo semplice e intuitivo, il nuovo sistema di connettività “easy link” l’insieme dell’offerte multimediali, di navigazione e di infotainment. Per la prima volta la strumentazione è totalmente digitale (la strumentazione analogica è scomparsa). Tutto è a portata di mano e ciò facilita non poco il compito di chi è alla guida. I sedili avvolgente assicurano più comfort e danno un senso di maggiore sicurezza. A proposito di spazio va aggiunto che il bagagliaio ha un volume di 391 litri. Il ventaglio di motorizzazioni a benzina e diesel è ampio e assicura potenze che vanno da 72 a 130 CV. Da quest’anno sarà pure a disposizione la propulsione ibrida E-Tech che permetterà di guida in modalità elettrica in città e una riduzione del 40% del consumo. La collaudata collaborazione con Bose è sfociata in un impianto audio dalla qualità stupefacente: otto altoparlanti “nascosti” trasformano la Clio in una piccola sala di concerti per ogni genere di musica.

Alla prova dei fatti, dopo aver percorso un migliaio di chilometri tra strade “normali” e autostrade, la Clio si dimostra equilibrata e stabile, con una direzione reattiva e una frenata rapida. Avendo provato i modelli precedenti, possiamo dire, che è la migliore Clio finora costruita. Come tutti i nuovi modelli non mancano i vari sistemi di assistenza alla guida, ormai sempre più diffusi e di serie. Tra le versioni figura anche la R.S. Line che sprizza sportività da tutti i pori. Il prezzo parte da 14.900 franchi per la versione Life e va fino a 29.700 franchi per la lussuosa Initial Paris.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Motori e mobilità
  • 1