VEICOLI COMMERCIALI

Nuovo Porter NP6,
il primo city truck

Nuovo Porter NP6, <br />il primo city truck

Nuovo Porter NP6,
il primo city truck

Nuovo Porter NP6, <br />il primo city truck

Nuovo Porter NP6,
il primo city truck

Nuovo Porter NP6, <br />il primo city truck

Nuovo Porter NP6,
il primo city truck

Nuovo Porter NP6, <br />il primo city truck

Nuovo Porter NP6,
il primo city truck

MILANO - Il Gruppo Piaggio ha presentato in prima internazionale online la sua nuova gamma di veicoli commerciali leggeri a quattro ruote. Roberto Colaninno, Presidente e AD del Gruppo Piaggio: “Il Porter NP6 è l’esempio di come il Gruppo Piaggio sia in grado di adeguare il proprio DNA all’evolversi della mobilità nel tempo”. 40 stazioni di assemblaggio, 200 metri di linea, 13 ore di assemblaggio, 90 controlli, questo l’identikit del nuovo NP6 del segmento veicoli commerciali del Gruppo Piaggio. Il nuovo city truck è compatto, molto compatto. Il suo habitat naturale è la città. Ricco di funzionalità e dalla grande capacità di carico è un campione di agilità con un’impronta a terra di meno di 7 mq, ma che può trasportare fino a oltre 1600 Kg. Le dimensioni compatte - la cabina è larga solamente 1,64 metri - e le nuove motorizzazione da 1.498cc Euro 6D Final CombiFuel benzina\CNG, ne fanno un veicolo ideale per il lavoro in città, per la consegna dell’ultimo miglio e per il trasporto di merci a corto e medio raggio. Le motorizzazioni CombiFuel sono disponibili nelle versioni Short Range, dedicata a un uso prevalentemente urbano, e Long Range, sviluppato per svolgere attività più impegnative grazie ad una maggiore autonomia e a una portata superiore. Rispetto al precedente veicolo, la portata utile è cresciuta fino a circa il 30%. Elevata la possibilità di allestimento. La gamma è versatile e personalizzabile in centinaia di varianti. I modelli sono tre, due con pianale fisso o ribaltabile, e uno chassis per supportare i più variati allestimenti. Si tratta di un veicolo commerciale progettato per massimizzare la capacità di carico senza rinunciare alla compattezza e all’agilità, aumentando al contempo la sicurezza e il comfort a bordo. A livello di portata a telaio le versioni con ponte posteriore a ruote singole possono supportare fino a 1.275 kg, con ruote gemellate superano i 1.600 kg, riuscendo a trasportare carichi ben superiori al proprio peso e mantenendo una massa a terra non superiore ai 2.800 kg. Realizzato in Italia a Pontedera, e importato dalla DOCAR del Gruppo Emil Frey con sede a Safenwil, arriverà nelle concessionarie svizzere in primavera, con motore bimodale Euro 6d Final benzina/CNG.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Motori e mobilità
  • 1