Ricerca e sviluppo

Per Kawasaki il futuro
è elettrico e ibrido

Per Kawasaki il futuro<br />è elettrico e ibrido
La casa di Akashi si proietta verso il futuro con lo sviluppo di soluzioni alternative al motore a scoppio tradizionale.

Per Kawasaki il futuro
è elettrico e ibrido

La casa di Akashi si proietta verso il futuro con lo sviluppo di soluzioni alternative al motore a scoppio tradizionale.

Per Kawasaki il futuro<br />è elettrico e ibrido

Per Kawasaki il futuro
è elettrico e ibrido

Nel futuro della grande Casa giapponese ci sarà un veicolo elettrico a due ruote, una motocicletta ibrida che combina benzina ed energia elettrica e la prima versione di un prototipo di motore alimentato a idrogeno sviluppato sulla base del propulsore di Ninja H2. Lo ha dichiarato in una conferenza stampa tenutasi a Tokyo il 6 ottobre scorso, il presidente della neocostituita Kawasaki Motors, Ltd., Hiroshi Ito. Il Presidente Ito ha indicato le ragioni della creazione della nuova società: Kawasaki Motors, Ltd., che si concentrerà sulla produzione di veicoli a due ruote, veicoli fuoristrada a quattro ruote, moto d’acqua Jet Ski e motori di uso generale. Creata per offrire maggiore flessibilità, velocità e autonomia del processo decisionale, la nuova azienda viene vista come il fulcro della sua capacità di reagire rapidamente alle tendenze del mercato e rispondere non solo con nuovi prodotti, ma anche sfruttare le emergenti tecnologie motoristiche e in ambito di sicurezza. Gli esempi svelati sia durante questa presentazione sia nel recente passato includono: un veicolo elettrico a due ruote, una motocicletta ibrida che combina benzina ed energia elettrica e la prima versione di un prototipo di motore alimentato a idrogeno sviluppato sulla base del propulsore di Ninja H2. Uno dei pilastri centrali della nuova strategia per Kawasaki Motors, Ltd. è l’attenzione alla crescita sostenibile e attraverso questo, aumentare la forza aziendale e il valore del marchio e quindi arrivare un fatturato netto previsto di 1 trilione di yen entro il 2030. Parte del cambiamento comprenderà anche una nuova identità visiva, inclusa l’adozione mondiale del River Mark, un simbolo sinonimo di Kawasaki e dei suoi prodotti sin dalla fondazione dell’azienda negli anni ‘70 dell’Ottocento; insieme alla promozione dello slogan, Let the Good Times Roll, un payoff consolidato e riconosciuto dai clienti di tutto il mondo. Kawasaki Motors, Ltd. concentrerà le sue energie esclusivamente su motociclette, veicoli fuoristrada a quattro ruote, moto d’acqua e motori Jet Ski, mentre si adopera per la neutralità del carbonio combinando tutte le conoscenze e il patrimonio accumulati in decenni di produzione con il desiderio di affrontare nuove sfide con nuove forme di risorse energetiche. Il nuovo obiettivo aziendale è quello di introdurre dieci motociclette elettriche o ibride entro il 2025. Sono stati inoltre svelati i piani per lo sviluppo di cinque nuovi veicoli a quattro ruote da fuoristrada alimentati da fonti di energia alternativa da realizzare nei prossimi anni. La nuova società si occuperà di prodotto e dello sviluppo di tecnologie come l’intelligenza artificiale, l’integrazione della tecnologia radar e interfacce incentrate sul cliente come l’app Rideology di Kawasaki che collega lo smartphone del cliente al proprio veicolo tramite Bluetooth. Per la pianificazione e la progettazione sono previsti maggiori investimenti; sarà accelerato l’uso della tecnologia digital twin simulation. L’azienda sta lavorando sul concetto di connettività e interazione tra utente umano e prodotto, che crescerà in modo esponenziale nei prossimi anni e Kawasaki Motors, Ltd. Intende essere tra i principali attori in questo campo specialistico. Kawasaki Motors, Ltd. prevede di introdurre una media di 16 nuovi modelli di veicoli a due ruote all’anno entro il 2025, concentrandosi su aree premium e dove la domanda del mercato sia stabile, il tutto supportato da attività di marketing che promuovono la tradizione e l’innovazione. Per i veicoli elettrici e ibridi il piano è altrettanto ambizioso con l’impegno a svelare 10 nuovi modelli entro il 2025.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Motori e mobilità
  • 1