Le nostre prove

Range Rover, il SUV che vizia i suoi occupanti

Range Rover, il SUV che vizia i suoi occupanti

Range Rover, il SUV che vizia i suoi occupanti

Range Rover, il SUV che vizia i suoi occupanti

Range Rover, il SUV che vizia i suoi occupanti

Range Rover, il SUV che vizia i suoi occupanti

Range Rover, il SUV che vizia i suoi occupanti

Range Rover, il SUV che vizia i suoi occupanti

Range Rover, il SUV che vizia i suoi occupanti

Range Rover, il SUV che vizia i suoi occupanti

Range Rover, il SUV che vizia i suoi occupanti

Ci sono automobili costruite per rendere il viaggio leggero e piacevole, una vera e propria esperienza da godere a 360 gradi. Auto raffinate ed eleganti, che incarnano uno stile di vita, destinate a persone facoltose. La Range Rover SVAutobiography Dynamic che abbiamo potuto testare di recente, dotata di motore V8 alimentato a benzina, capace di erogare 565 cavalli, è una di queste e per averla bisogna mettere in conto di spendere come minimo 200 mila franchi.

Un abitacolo sontuoso

Range Rover, il SUV che vizia i suoi occupanti

Da dove cominciare il racconto, se non dalle prime impressione maturate dopo esserci accomodati a bordo del grande SUV (pesa 2,5 tonnellate, è lungo 5 metri) della marca britannica? Prima ancora di accendere il motore la sensazione è quella di immergersi in un abitacolo ovattato, che regala emozioni e benessere. La poltroncina nella quale ci accomodiamo (definirla sedile ci sembra riduttivo) è morbida e avvolgente, grande, com’è grande tutto l’abitacolo di questo SUV, concepito per una vita a bordo di altissimo livello, che trasforma l’auto in un ufficio ambulante.

Perché a parte la plancia avveniristica, con due schermi tattili da 10 pollici, a parte l’altro schermo (da 12’’) che raggruppa la strumentazione, nella cabina rivestita di pelle pregiata e realizzata con materiali di alta qualità, sono stati distribuiti qualcosa come 17 punti di connessione per collegare degli strumenti portatili e stiamo parlando di prese da 12 e 220 Volt, USB e HDMI. A sua volta, l’hotspot della vettura può ospitare il collegamento wifi di ben otto apparecchi.

Tutto è ben disposto, facile da gestire perché gli ingegneri hanno dato molta importanza all’aspetto intuitivo, mentre l’isolazione dell’abitacolo è eccellente e la Range Rover corre nel silenzio. È un’auto pensata per viziare i suoi passeggeri e infatti per ogni poltroncina sono a disposizione ben 25 programmi di massaggio e le funzioni per regolare individualmente la temperatura, con flussi d’aria calda per l’inverno e d’aria fredda per l’estate.

«Abbiamo deciso di puntare su una linea che esprima la purezza e la qualità del design e il risultato è qui da vedere: questa è la più bella Range Rover mai venuta al mondo» afferma Gerry McGovern, Chief Design di Land Rover.

Range Rover, il SUV che vizia i suoi occupanti

Dà il meglio di sé nei lunghi viaggi

Anche se il propulsore è in grado di spingere questo bestione a velocità da sportiva pura (vedi boxino) non è su questo piano che la Range Rover riesce a farsi meglio apprezzare. Per noi è più che altro un’auto da crociera, da lunghi viaggi, che si guida con grande piacere sfruttando la posizione rialzata che permette una visibilità eccellente e un controllo su tutta la strada. La manovrabilità del veicolo, tenuto conto della sua mole, è eccellente, con qualche cedimento comprensibile sulle curve strette. Lo sterzo è leggero, il cambio morbido e quasi impercettibile, la reazione del motore alle sollecitazioni del conducente sono eccellenti: basta un tocco al pedale del gas per avere una risposta pronta e brillante. Anche la capacità di assorbire le irregolarità del terreno sono eccellenti e d’altronde non si potrebbe pretendere diversamente da un’automobile pensata per esprimere grandi doti nel fuoristrada e dotata di trazione integrale permamente. Portare questo modello lussuoso lontano dall’asfalto, in mezzo a fango, terreni sporchi e sconnessi ha però un non so che di sacrilego.

Range Rover, il SUV che vizia i suoi occupanti
Campione di eleganza con una sete esagerata

Mi piace
L’abitacolo è raffinato e di gran classe. Il motore è superdotato e spinge un bolide di 2,5 tonnellate in soli 5,4 secondi da 0 a 100 km/h.

Non mi piace
A parte il prezzo iniziale, alla portata di pochi, il rifornimento alla colonna di benzina è piuttosto doloroso.

Motore: otto cilindri a V; cambio aut. a 8 rapporti
Cilindrata: 4’999 cc
Potenza e coppia massima: 565 CV e 700 Nm
Accelerazione: da 0 a 100 km/h in 5,4 sec.
Velocità massima: 225 km/h o 250 km/con cerchi da 22 pollici (di serie: 21’’)
Consumi durante il nostro test: 15 l. per 100 km
Emissione CO²: 298 g/km

Loading the player...
©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Motori e mobilità
  • 1