Novità Volkswagen

T-Roc a cielo aperto
con la versione cabrio

T-Roc a cielo aperto <br />con la versione cabrio

T-Roc a cielo aperto
con la versione cabrio

T-Roc a cielo aperto <br />con la versione cabrio

T-Roc a cielo aperto
con la versione cabrio

T-Roc a cielo aperto <br />con la versione cabrio

T-Roc a cielo aperto
con la versione cabrio

T-Roc a cielo aperto <br />con la versione cabrio

T-Roc a cielo aperto
con la versione cabrio

T-Roc a cielo aperto <br />con la versione cabrio

T-Roc a cielo aperto
con la versione cabrio

È dal lontano 1949, quando venne presentata la prima VW cabriolet, un Maggiolino, che la casa di Wolfsburg propone regolarmente una versione “a cielo aperto” dei suoi modelli. Ora tocca alla T-Roc, il crossover lanciato nel 2019 e già venduto in oltre 300 mila esemplari. La T-Roc Cabriolet, che si affaccia sul mercato dopo la T-Roc “normale” e la R ad alte prestazioni (300 CV), vuole essere una nuova interpretazione del Suv compatto che si inserisce in un segmento in rapida crescita. Attualmente la gamma dei modelli VW comprende i grandi SUV Touareg, Atlas e Teramont, le compatte Tiguan e T-Roc e la cittadina T-Cross. Il crossover scoperto viene prodotto nello stabilimento Volkswagen di Osnabrück, che vanta una lunga tradizione nell’assemblaggio di questi modelli: qui, infatti, sono state costruite anche le versioni cabriolet del Maggiolino e della Golf.

C’è un precursore

Il precursore, poco conosciuto, della T-R oc Cabriolet è la Biagini Passo, che già 30 anni fa riuniva la robustezza di una vettura fuoristrada con il carattere aperto di una decapottabile. Il costruttore italiano ACM aveva abbinato la tecnologia 4x4 della Golf II Country alla carrozzeria aperta della Golf I. Dal 1990 al 1993 ne furono costruiti solo circa 100 esemplari. Secondo il responsabile del design della VW Klaus Bischoff “la nuova T-Roc esprime tutta la sua personalità, portando sulla strada, allo stesso tempo, un design particolarmente espressivo. Questa componente emozionale la rende istintivamente simpatica”. La T-Roc Cabriolet è lunga 4.268 mm e ha un passo di 2.630 mm. La larghezza, specchietti retrovisori esterni esclusi, è pari a 1.811 mm, l’altezza a 1.522 mm. Il rapporto tra larghezza e altezza vuole sottolineare la dinamica, mentre il baricentro della carrozzeria basso rispetto agli standard di riferimento dei Suv, aumenta il piacere di guida, assicura il costruttore tedesco. Il design degli interni della T-Roc Cabriolet 2+2 si armonizza con la configurazione e la struttura dei comandi. Le geometrie e le superfici presentano un’estetica pulita e lineare, alcuni dettagli hanno il look robusto tipico di un SUV.

T-Roc a cielo aperto <br />con la versione cabrio

Capote leggera in tessuto

Fedele alla tradizione del Maggiolino e della Golf Cabriolet, anche la T-Roc “aperta” è dotata di una classica capote in tessuto: quando è chiusa conferisce al crossover l’aspetto di una coupé grazie alla linea spiovente del soft top. Con 53,1 kg di peso complessivo, compreso l’intero azionamento, il modulo della capote risulta molto leggero, a tutto vantaggio del baricentro dell’auto e quindi del comportamento dinamico. La capote è stata realizzata in modo che il tetto in tessuto non si gonfi nemmeno alle alte velocità, con conseguenti vantaggi non solo in termini di aerodinamica, ma anche per la rumorosità all’interno dell’abitacolo. Un azionamento elettroidraulico apre e chiude la capote in tessuto della T-Roc Cabriolet in modo automatico. Il processo di apertura, azionato tramite un comando sulla consolle centrale oppure, a richiesta, con il telecomando della chiave, richiede nove secondi ed è possibile anche a vettura in movimento fino a una velocità di 30 km/h. Per la chiusura sono necessari 11 secondi.
A proteggere i passeggeri in caso di cappottamento interviene un sistema installato dietro ai sedili posteriori. Se la sensoristica della vettura rileva il superamento di una determinata accelerazione trasversale o di un determinato angolo d’inclinazione, due robusti roll-bar estraibili dietro gli appoggiatesta posteriori si sollevano in una frazione di secondo. Il telaio del parabrezza e i montanti anteriori sono rinforzati tramite barre e anche la sezione inferiore della vettura integra rinforzi specifici della configurazione cabriolet. Per il resto, questa versione, è dotato di tutti gli allestimenti e dei sistemi di assistenza dei modelli “chiusi”. Per il mercato svizzero viene proposta, per ora, la versione con motore 1.0, tre cilindri TSI di 115 CV con cambio manuale a sei rapporti al prezzo di 35.750 franchi.

T-Roc a cielo aperto <br />con la versione cabrio
La scheda della T-Roc Cabrio 1.0 TSI

Cilindrata: 999 cc
Potenza e coppia massima: 115 CV e 200 Nm
Velocità massima: 187 km/h
Accelerazione: da 0 a 100 km/h in 11,7 sec.
Consumi: 5,6 l/100 km
Emissione CO²: 120 g CO2/km

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Motori e mobilità
  • 1