Le nostre prove

Tecnologia ibrida leggera
per la Jaguar F-Pace

Tecnologia ibrida leggera <br />per la Jaguar F-Pace

Tecnologia ibrida leggera
per la Jaguar F-Pace

Tecnologia ibrida leggera <br />per la Jaguar F-Pace

Tecnologia ibrida leggera
per la Jaguar F-Pace

Tecnologia ibrida leggera <br />per la Jaguar F-Pace

Tecnologia ibrida leggera
per la Jaguar F-Pace

Tecnologia ibrida leggera <br />per la Jaguar F-Pace

Tecnologia ibrida leggera
per la Jaguar F-Pace

Tecnologia ibrida leggera <br />per la Jaguar F-Pace

Tecnologia ibrida leggera
per la Jaguar F-Pace

Tecnologia ibrida leggera <br />per la Jaguar F-Pace

Tecnologia ibrida leggera
per la Jaguar F-Pace

Lussuosa, connessa ed evidentemente elettrificata: quel «bestione» della Jaguar F-Pace ha subito una profonda trasformazione, che non ne ha modificato soltanto il cuore che batte sotto il cofano, ma anche la carrozzeria e l’abitacolo. Insomma una rivisitazione importante e, aggiungiamo noi, ben riuscita a giudicare dal test che abbiamo condotto guidando la versione P400 R-Dyn SE, mossa da un sei cilindri che rende la guida piacevole e dinamica. Il costo del modello non è proprio accessibile: 92’300 franchi senza extra, ma ci si potrebbe accontentare anche di un propulsore da 2 litri, e allora si scenderebbe attorno ai 60 mila franchi. La Jaguar F-Pace infatti è declinata in più modi, con propulsori a benzina o diesel, con l’ibrido ricaricabile (PHEV) o con l’ibrido leggero (MHEV) come il modello che abbiamo provato noi.

Tra i modelli proposti, anche la versione ibrida ricaricabile (PHEV).
Tra i modelli proposti, anche la versione ibrida ricaricabile (PHEV).

Questa tecnologia utilizza un sistema BiSG (Belt integrated Starter Generator) per recuperare l’energia persa durante le fasi di rallentamento e frenata, che viene immagazzinata in una batteria agli ioni di litio da 48V. L’energia accumulata viene ridistribuita per supportare il motore durante l’accelerazione, fornendo al tempo stesso una maggiore prontezza e reattività al sistema stop/start. Fa risparmiare carburante? I tecnici dicono di sì, ma non è chiaro se il rapporto costi/benefici alla fine sia davvero favorevole al cliente. Una cosa è invece evidente: il modello F-Pace provato è un SUV assetato se si guida in modalità sportiva e pigiando il piede sull’acceleratore. D’altronde, quest’auto monumentale pesa oltre due tonnellate ed è mossa da un sei cilindri capace di sprigionare 400 cavalli e produrre accelerazioni importanti. La trazione integrale è di serie su tutti i modelli, esattamente come il cambio automatico a otto rapporti, che può essere gestito anche utilizzando le levette poste sul volante, per un maggiore coinvolgimento del guidatore.

Tecnologia ibrida leggera <br />per la Jaguar F-Pace

La nuova F-Pace è dotata dell’avanzata architettura elettronica EVA 2.0 (Electronic Vehicle Architecture), che supporta una gamma di nuove tecnologie per garantire alla evoluta F-PACE di essere sempre connessa e sempre aggiornata. L’innovativo sistema d’infotainment Pivi Pro è accessibile tramite il nuovissimo schermo tattile da 11,4 pollici con vetratura curva. Grazie ad una maggiore limpidezza, lo schermo è tre volte più luminoso e il 48% più grande del predecessore da 10 pollici. Attraverso la schermata principale, le semplificate strutture dei menu consentono al conducente di accedere o visualizzare fino al 90% delle comuni attività con al massimo due tocchi.

Il lussuoso abitacolo della Jaguar F-Pace.
Il lussuoso abitacolo della Jaguar F-Pace.

Nel cruscotto è situato un secondo display da 12,3 pollici, con grafica aggiornata e layout configurabile. La tecnologia Head-up è in opzione, quelle di assistenza alla guida sono di ultima generazione e consentono di viaggiare sereni e confortati da moltissimi aiuti. Spettacolare il Surround Camera 3D di ultima generazione, che offre avanzate funzionalità 3D utilizzando la più recente tecnologia per fornire immagini dettagliate e una serie di possibilità di visualizzazione in tempo reale durante le manovre del veicolo.

Gli interni della F-Pace sono stati completamente rinnovati, raggiungendo un nuovo livello di lussuosità, una migliore connettività e una maggiore raffinatezza. Il nuovo design del cockpit è più audace, dinamico e rivolge una particolare attenzione al guidatore. Una nuova console centrale sportiva, dal profilo più fluido, si estende fino al quadro strumenti incorporando un caricatore wireless opzionale e un vano portaoggetti di generose capacità di stivaggio.

Nuovi anche i sedili, che presentano un’ampia imbottitura, grande finezza a bordo, con la possibilità di attivare funzioni massaggio e la ionizzazione dell’abitacolo.

La tecnologia LED è di serie sul modello che abbiamo provato, sul quale è disponibile l’Auto High Beam Assist, una tecnologia che utilizza la telecamera anteriore per passare automaticamente dalla luce abbagliante a quella anabbagliante, evitando di offuscare la vista dei guidatori in arrivo dalla direzione opposta.

Tecnologia ibrida leggera <br />per la Jaguar F-Pace
La scheda: Jaguar F-Pace P400 R-Dyn SE

Motore: sei cilindri con tecnologia Mild Hybrid
Cilindrata: 2’996 cc
Potenza e coppia masssima: 400 CV e 550 Nm
Accelerazione: da 0 a100 km/h in 5,4 sec.
Velocità massima: 250 km/h
Consumi: 9 l/100 km
Emissioni Co2: 202 g/km
Classe efficienza energetica: F
Prezzo base del modello: 92’300.- franchi

Mi piace
La finezza con la quale è stato concepito l’abitacolo e le tecnologie di aiuto alla guida che rendono sicuro il viaggio, facilitando la manovrabilità di un’auto dalle dimensioni maggiorate.

Non mi piace
Il rapporto peso/prestazioni rende piuttosto pesante la gestione del carburante necessario per muoversi. Inevitabilmente, viste le dimensioni della F-Pace, in curva si percepisce un po’ di rollio.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Motori e mobilità
  • 1