CUPRA ATECA

Una sportiva di lusso

Una sportiva di lusso

Una sportiva di lusso

Una sportiva di lusso

Una sportiva di lusso

Una sportiva di lusso

Una sportiva di lusso

Una sportiva di lusso

Una sportiva di lusso

Una sportiva di lusso

Una sportiva di lusso

Non confondetela con la Seat Ateca, la Cupra Ateca è di tutt’altra pasta. Si tratta infatti di un SUV sportivo lussuoso il cui brand fa razza a sé. Un po’ come la Infiniti rispetto alla Nissan, giusto per chiarire il concetto. Il prezzo base di 48.500 franchi della Cupra Ateca è giustificato, considerato che si tratta di un’auto sportiva studiata nei minimi dettagli. Sia per quanto concerne la motorizzazione offerta, un brillante 2.0 litri sovralimentato da 300 CV abbinato ad un cambio automatico a doppia frizione DSG a 7 rapporti, sia per quanto riguarda l’eleganza degli interni e la strumentazione di bordo.

Le particolarità della Cupra Ateca si notano sin dal primo sguardo, come la mascherina a nido d’ape, i cerchi da 19 pollici, le scritte Cupra sul frontale e sul retro, e gli elementi in nero lucido come i retrovisori e le barre sul tetto.

Una sportiva di lusso

La sportività è poi evidenziata dai quattro scarichi posteriori e dallo spoiler sul lunotto. Entrando nell’abitacolo si apprezzano la selleria in alcantara, la pedaliera in metallo, i sedili sportivi e le cornici lucide per le bocchette d’areazione. Pratico l’infotainment con lo schermo posizionato allo stesso livello del quadro strumenti. Questo SUV può ospitare fino a 5 persone, mentre il bagagliaio è generoso, con una capienza di 510 litri.

Ma è al volante che la Cupra Ateca dà il meglio: accelerazioni da 0 a 100 km/h in soli 5,2 secondi, velocità massima (da provare in pista) di 247 km/h. Inoltre anche su percorsi con molte curve rimane aggrappata all’asfalto senza ondeggiare, nonostante il baricentro alto. Su strade innevate o su fondi a bassa aderenza si può contare sulla trazione integrale 4Drive. Tanta la tecnologia al servizio della sicurezza, a cominciare dalle quattro telecamere posizionate davanti, dietro e negli specchietti retrovisori che mostrano un’immagine a 360 gradi attorno alla Cupra Ateca. Oppure gli appositi sensori che permettono di automatizzare le manovre di parcheggio.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Motori e mobilità
  • 1