Le nostre prove

Volvo XC 40 Recharge:
prestazioni da supercar

Volvo XC 40 Recharge:<br />prestazioni da supercar

Volvo XC 40 Recharge:
prestazioni da supercar

Volvo XC 40 Recharge:<br />prestazioni da supercar

Volvo XC 40 Recharge:
prestazioni da supercar

Volvo XC 40 Recharge:<br />prestazioni da supercar

Volvo XC 40 Recharge:
prestazioni da supercar

Volvo XC 40 Recharge:<br />prestazioni da supercar

Volvo XC 40 Recharge:
prestazioni da supercar

Abbiamo percorso 2500 chilometri a bordo della Volvo XC40 Recharge, la «piccola» completamente elettrica della casa svedese, testata su strade di ogni tipo e anche nell’offroad. L’elettrica non si distingue dalla versione a benzina se non per piccoli dettagli e per la griglia frontale completamente chiusa. È, insomma, la stessa vettura che nel 2018 si è vista attribuire il premio come «auto dell’anno» e presenta linee sobrie ed eleganti.

L’interno è caratterizzato da una cura particolare e da una dotazione ricca: siamo nel segmento premium che mette a disposizione del conducente e dei passeggeri tutto il necessario per viaggiare in completa comodità. Particolarmente apprezzati, i sedili ergonomici che anche quando si percorrono lunghe distanze tengono lontano il mal di schiena.
A livello della tecnologia messa a punto per l’assistenza alla guida, non c’è nulla di nuovo da scoprire: Volvo rappresenta l’eccellenza in fatto di sicurezza e la XC40 Recharge non fa eccezione.

Volvo XC 40 Recharge:<br />prestazioni da supercar

La versione che abbiamo provato era dotata di due motori elettrici, uno per ogni assale, con una potenza complessiva di 408 CV e una coppia di 660 Nm, il che significa grande potenza e grande spunto in ripresa, con prestazioni quasi da supercar: per toccare da fermi i 100 km/h bastano 4,9 secondi quando si decide di guidare in modalità sport.
Volvo promette un’autonomia che va fino a 418 km (a dipendenza dell’allestimento e dei cerchi montati): nel nostro test, siamo sempre rimasti al di sotto dei 400 km, ma di buono c’è che la ricarica della batteria può avvenire con una potenza di 150 kW (a condizione di trovare il caricatore «giusto»), il che accorcia notevolmente i tempi (in circa 40 minuti si effettua una ricarica sino all’80% del potenziale della batteria).

Volvo XC 40 Recharge:<br />prestazioni da supercar

Un po’ come la concorrente Tesla (si fa per dire...) anche la XC40 elettrica non ha il pulsante di accensione: si sale a bordo con la chiave in tasca, s’imposta la modalità D della leva e via.

L’abitacolo è particolarmente silenzioso ed offre uno spazio interessante per i passeggeri (tra l’altro, col motore elettrico si ricava uno spazio bagagliaio anche sotto il cofano anteriore), il telaio è dotato di sospensioni morbide che assorbono bene le asperità del terreno, ottima la visibilità ed eccellente l’infotainment, argomenti che rendono questa Volvo un’auto convincente, ad un prezzo base di 59’500 franchi.

Volvo XC 40 Recharge:<br />prestazioni da supercar
La scheda

Motori: 2 elettrici, uno su ogni assale
Potenza e coppia massima:
408 CV e 660 Nm
Accelerazione:
da 0 a 100 km/h in 4,9 sec.
Velocità massima:
180 km/h
Batteria:
agli ioni di litio da 78 kWh
Capacità massima di ricarica:
150 kW a corrente continua
Consumi:
25 kWh/100 km
Emissioni CO2:
0 g/km
Categoria di efficienza energetica:
A
Prezzo base del modello:
59'500 franchi

Mi piace
L'abitabilità è davvero eccellente: rifiniture di pregio, spazio abbondante e silenziosità. Il motore è una scheggia, con prestazioni quasi da supercar.

Non mi piace
Il computer di bordo non mostra la carica residua in chilometri, ma solo in percentuale sino al 20%. I chilometri compaiono solo quando si scende sotto quella soglia, ma per la tranquillità di chi è al volante sarebbe utile sapere da subito quanta autonomia ha la vettura.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Motori e mobilità
  • 1