Salone di Ginevra

Il TCS alfiere della mobilità elettrica

Sarà il tema del maggior club della mobilità della Svizzera al salone che si aprirà il 7 marzo

 Il TCS alfiere della mobilità elettrica
Fotogonnella

Il TCS alfiere della mobilità elettrica

Fotogonnella

BERNA - Sarà un Touring Club Svizzero all’insegna della mobilità elettrica quello che si presenterà all’89. Salone dell’auto di Ginevra, in programma dal prossimo 7 marzo e durerà fino al 17. La volontà politica della Confederazione è di aumentare del 15% nei prossimo quattro anni la quota di auto elettriche tra le vetture di nuova immatricolazione, come contemplato dalla «Roadmap sulla mobilità elettrica 2022» che è stata sottoscritta anche dal TCS. Il maggior club della mobilità della Svizzera accoglierà i visitatori nel suo stand al Salone di Ginevra con avveniristiche novità nel promettente e variato campo della mobilità elettrica. La propulsione elettrica assume sempre più un ruolo di capitale importanza nell’ambito della mobilità. Le biciclette si sono già imposte e la progressione automobilistica continua ad avanzare, anche per il raggiungimento degli obiettivi di riduzione del CO2. Di conseguenza, pure per il TCS è doveroso sviluppare propri servizi innovativi e fornire aiuto e consulenza ai suoi associati.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Motori
  • 1
  • 2
  • 3
    IL SALONE DELL’AUTO A GINEVRA

    Supercar da sogno: andiamo a scoprirle

    La Bugatti «Voiture Noire» è stata costruita come esemplare unico per celebrare i 110 anni del marchio: costa 11 milioni di euro

  • 4
    GINEVRA

    Cassis lancia il Salone dell’auto

    Il consigliere federale ha approfittato dell’occasione per sottolineare l’importanza degli accordi bilaterali con l’UE - L’industria automobilistica impiega 220mila persone per un giro d’affari di 12 miliardi - LE FOTO

  • 5
  • 1