Le nostre prove

Kia Stonic, un’auto agile e grintosa

È un crossover compatto, dall’immagine fresca, che si muove benissimo nel traffico urbano

Kia Stonic, un’auto agile e grintosa

Kia Stonic, un’auto agile e grintosa

Kia Stonic, un’auto agile e grintosa

Kia Stonic, un’auto agile e grintosa

Kia Stonic, un’auto agile e grintosa

Kia Stonic, un’auto agile e grintosa

Kia Stonic, un’auto agile e grintosa

Kia Stonic, un’auto agile e grintosa

Kia Stonic, un’auto agile e grintosa

Kia Stonic, un’auto agile e grintosa

Kia Stonic, un’auto agile e grintosa

Kia Stonic, un’auto agile e grintosa

Abbiamo condotto un test a bordo della Kia Stonic 1.0 T-GDi con cambio automatico. Come lascia intendere la sigla, il motore che muove questo modello è di mille centimetri cubi (998 per la precisione), ciò che la dice lunga sulla potenza dell’auto. Però non siamo in presenza di un propulsore incapace di erogare prestazioni interessanti: al contrario, il tre cilindri della Stonic, se paragonato ad altri della sua categoria, si distingue per una bella grinta, una spinta nervosa ed un sound di tutto rispetto. L’auto infatti accelera da 0 a 100 in 10,3 secondi e può raggiungere una velocità di 185 km/h.
Si tratta dunque di un «motorino» scattante e dinamico, con logiche ripercussioni sui consumi, che si allontano di parecchio dalle cifre pubblicate dalla casa: 5,1 litri per 100 km nel ciclo extraurbano, che nel corso del test effettuato sono però saliti a 7,0 litri e senza esagerare nel pigiare sull’acceleratore.
La Kia Stonic è un’auto vivace che sicuramente piace ai giovani (anche solo per le sue tinte: la carrozzeria può essere scelta bi-colore), ideale per muoversi soprattutto nel traffico cittadino. Siamo in presenza di un crossover dalle dimensioni contenute, del quale abbiamo apprezzato anche il buon raggio di curvatura, ciò che lo rende agile e perfettamente maneggevole quando si tratta di parcheggiarlo.
Parliamo di una vettura il cui costo base è di 22’650 franchi nella versione con cambio automatico e di 20’950 con cambio manuale. Un prezzo abbordabile, soprattutto considerando che l’auto offre tanto spazio a bordo e una buona vivibilità nell’abitacolo, anche se i materiali proposti a livello di allestimento non sono certamente di pregio.
L’abitacolo però ha forme moderne e piacevoli, un ampio display da 7 pollici al centro della plancia, con comandi facilmente individuabili e di facile gestione.

Kia Stonic, un’auto agile e grintosa

Una maggiore cura dell’ergonomia dei sedili, regolabili manualmente con qualche limite nella scelta delle posizioni, non sarebbe stata di troppo, così come sarebbe stato importante prevedere una soglia di carico del bagagliaio più bassa e un pianale allo stesso livello.

Con un pacchetto al costo supplementare di 3’200 franchi, potrete dotare la vostra Kia Stonic di tutta una serie di equipaggiamenti e tecnologie di sicurezza degni dei modelli superiori: climatizzatore automatico, sistema di navigazione con telecamera per la retromarcia, sensori di parcheggio posteriori, frenata d’emergenza con riconoscimento di pedoni e veicoli. Non troverete però, ed è una grave lacuna, il controllo della velocità di crociera adattativo, mentre il tempomat funziona, ma in maniera intuitiva: non si può preimpostare una velocità, ma occorre regolarla a... vista fino al raggiungimento del limite voluto.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

  • 1
Ultime notizie: Motori
  • 1