LA NOVITÀ

Taycan, l’opera nuova di Porsche

La prima elettrica della casa di Stoccarda è proposta in due versioni, con 680 e 761 CV
La tensione di sistema a 800 Volt è inedita per una vettura di serie e velocizza la ricarica

Taycan, l’opera nuova di Porsche

Taycan, l’opera nuova di Porsche

Taycan, l’opera nuova di Porsche

Taycan, l’opera nuova di Porsche

Taycan, l’opera nuova di Porsche

Taycan, l’opera nuova di Porsche

Taycan, l’opera nuova di Porsche

Taycan, l’opera nuova di Porsche

Taycan, l’opera nuova di Porsche

Taycan, l’opera nuova di Porsche

Taycan, l’opera nuova di Porsche

Taycan, l’opera nuova di Porsche

BERLINO - Lanciata in prima mondiale con tre eventi simultanei nei tre mercati di riferimento (Germania, Stati Uniti e Cina), la Taycan è la prima auto interamente elettrica di Porsche.
Ne abbiamo già parlato, essendo una delle auto più attese dell’anno, ma qui cercheremo di rivelare qualche dettaglio, dopo averla vista e toccata.
La vettura, che si ispira concretamente al prototipo Mission E svelato al Salone di Francoforte 2015, sarà inizialmente offerta nelle varianti Turbo S (761 CV, costa 237’500 franchi) e Turbo (680 CV, a194’900 franchi), per quanto sia chiaro che sull’auto non vi sono compressori, eccezion fatta forse per quello dell’aria condizionata.
Svelata dopo aver sostenuto tutta una serie di test di resistenza, utili per comprovare la bontà del progetto tecnico, l’ultima nata della marca di Zuffenhausen (Stoccarda) è una vera Porsche anche se va a batteria. Adotta del resto la trazione integrale grazie ai due motori elettrici, ognuno montato su un assale. E se la Turbo S accelera da 0 a 100 km/h in soli 2,8 secondi ed è accreditata di un’autonomia variabile tra 388 e 412 km, la Turbo impiega 4 decimi in più per raggiungere i 100 orari e percorre più strada: tra 381 e 450 km con una singola ricarica; entrambe raggiungono i 260 km/orari.

Taycan, l’opera nuova di Porsche

Evidenziati i dati e le prestazioni di questo concentrato di tecnologia, è il caso di esaminare come è fatta questa Porsche.
Va detto che vanta un gruppo motore-trasmissione compatto e ad elevatissima densità, per il quale si è elaborato un cambio a due velocità. La prima dà alla vettura una maggiore accelerazione da ferma e la seconda assicura elevata efficienza e la massima riserva di potenza.
Motore, cambio e batterie sono assemblati su un telaio gestito dal sistema di controllo elettronico Porsche 4D Chassis Control, in grado di verificare e sincronizzare tutti gli elementi telaistici in tempo reale, tra cui le sospensioni pneumatiche adattive regolate elettronicamente, l’impianto elettromeccanico di regolazione del telaio e del rollio, oltre al Porsche Torque Vectoring Plus che suddivide in misura variabile la coppia alle ruote. Si può pure variare il carattere dell’auto selezionando una delle modalità di guida già predisposte (Range, Normal, Sport e Sport Plus) ma c’è pure l’Individual, con cui si personalizza la Taycan.
La nuova Porsche è inoltre la prima auto di serie prodotta con una tensione di sistema da 800 volt (rispetto ai 400 delle altre elettriche), il che permette di ricaricarla velocemente. Bastano infatti 5 minuti per un’autonomia da 100 km usando colonnine di ricarica da 350 kW, mentre ne servono invece circa 23 per l’80% della ricarica.
Dal profilo estetico la Taycan si ispira allo stile delle Porsche più recenti, salvaguardando gran parte degli elementi stilistici del prototipo Mission E del 2015. Il frontale è molto ampio e integra due feritoie laterali all’altezza dei fari a led, mentre il tetto spiovente svela un profilo da coupé. I gruppi ottici posteriori estesi su tutta la larghezza sono un’altra caratteristica di questa vettura, il cui Cx di 0,22 conferma la validità del design.

Taycan, l’opera nuova di Porsche

Dentro spicca la quasi totale assenza di tasti fisici, sostituiti da comandi tattili, come si è già visto su altri modelli del marchio. Il quadro strumenti, curvo e separato, è in cima al cruscotto, mentre lo schermo del sistema multimediale è da 10,9 pollici e nel sistema è inserito l’assistente vocale che risponde al comando “Ehi Porsche”. E se Taycan adotta materiali ecosostenibili per l’abitacolo, va detto che i bagagliai sono due: uno, davanti, da 81 litri, mentre il secondo, dietro, è da 366 litri.

Loading the player...
©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

  • 1
Ultime notizie: Motori
  • 1