Tesla ritira 36’000 veicoli in Cina

auto

Massiccio ritiro delle berline Model S e SUV Model X a causa di potenziali guasti alla funzionalità del touchscreen e rischi per la sicurezza

 Tesla ritira 36’000 veicoli in Cina
©EPA/FELIPE TRUEBA

Tesla ritira 36’000 veicoli in Cina

©EPA/FELIPE TRUEBA

Il produttore statunitense di veicoli elettrici Tesla ha avviato un ritiro su larga scala di 36’126 berline Model S e SUV Model X in Cina a causa di potenziali guasti alla funzionalità del touchscreen e rischi per la sicurezza, secondo l’autorità di controllo del Paese sulla qualità.

Il ritiro è iniziato il 5 febbraio e coinvolge 20’428 berline Model S importate prodotte tra il 18 settembre 2013 e il 20 febbraio 2018, nonché 15’698 SUV Model X importati prodotti tra il 12 marzo 2016 e il 16 febbraio 2018, secondo una dichiarazione dell’Amministrazione statale per la regolamentazione del mercato.

I rischi per la sicurezza derivano dalle schede di memoria eMMC da 8 GB installate nei suddetti veicoli. Le schede di memoria potrebbero potenzialmente usurarsi, causando malfunzionamenti del touchscreen e difetti nelle telecamere per la retromarcia, nei controlli dello sbrinatore e nelle luci degli indicatori di direzione, si legge nella dichiarazione.

Il produttore aggiornerà gratuitamente le schede di memoria eMMC da 8 GB a schede da 64 GB e assicurerà che le nuove versioni del software siano installate nei veicoli ritirati per eliminare i rischi, ha affermato.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Motori
  • 1
  • 1