Una compatta tutta relax

Prove su strada

Alla guida della Citröen C4 Cactus: è silenziosa e dotata di 12 sistemi di assistenza alla guida

Una compatta tutta relax

Una compatta tutta relax

Una compatta tutta relax

Una compatta tutta relax

Una compatta tutta relax

Una compatta tutta relax

Una compatta tutta relax

Una compatta tutta relax

Vi è mai capitato di fare un lungo viaggio in auto e di arrivare al traguardo senza sentirvi affaticati? Abbiamo provato questa sensazione guidando la nuova Citroën C4 Cactus nell’allestimento Shine, il meglio accessoriato; prezzo base 25.950 franchi. Abbiamo percorso 700 chilometri facendo solo una breve pausa e, grazie anche a un traffico fluido, siamo arrivati a destinazione senza sentirci stanchi. Merito dei sedili «Advanced Comfort», degli utili strumenti di assistenza alla guida, come il tempomat, il cambio automatico e i segnalatori dell’angolo morto che permettono di spostarsi rapidamente da una corsia all’altra senza pericolo e quindi senza stress. Incredibile la silenziosità del propulsore a tre cilindri; molto buona la tenuta di strada della vettura, grazie alle sospensioni con smorzatori idraulici progressivi. I consumi medi sono contenuti anche viaggiando ad alta velocità. Buona la stabilità di marcia anche quando si raggiungono i 160 km/h (all’estero).
Abbiamo dunque avuto una buona impressione provando questa berlina compatta dotata di 12 sistemi di assistenza alla guida (tra cui assistenza anteriore e posteriore al parcheggio, servizio di chiamata di emergenza e di assistenza geolocalizzata) e tre tecnologie di connettività. Conducente e passeggeri possono quindi viaggiare con facilità e rilassatezza anche grazie all’eleganza e al comfort degli interni. A livello di design la novità più vistosa riguarda gli inserti paracolpi laterali che sono piccoli e confinati nella parte bassa delle portiere, dove si integrano con il profilo in plastica nera che contorna anche i passaruota. Nella parte frontale spiccano i nuovi fari e la mascherina con due profili cromati, mentre nella parte posteriore le luci a LED si estendono in parte sul portellone. Nel nostro test abbiamo provato la versione con motore tre cilindri a benzina 1.2 litri da 110 CV. Non molto potente ma ben reattivo in fase di accelerazione anche grazie al peso contenuto della C4 Cactus che è di 1.090 chili. Un propulsore che, come detto, ci ha permesso di percorrere in tutto relax grandi distanze. Il bagagliaio di 358 litri consente di caricare ogni tipo di valigia. Poco pratici invece i finestrini posteriori con apertura a compasso. Dal display centrale di 7” a sfioramento si può accedere al computer di bordo, all’impianto multimediale e al climatizzatore automatico; tante funzioni raggruppate che rischiano però di distrarre dalla guida.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Motori
  • 1
  • 1