Consigli

Come finanziare
l’acquisto di un’auto

Come finanziare <br />l’acquisto di un’auto
Leasing, richiesta di credito e affari in contanti: una piccola guida per orientarsi nella scelta delle strategie migliori.

Come finanziare
l’acquisto di un’auto

Leasing, richiesta di credito e affari in contanti: una piccola guida per orientarsi nella scelta delle strategie migliori.

Orientarsi nel mondo delle tante offerte per l’acquisto di un’automobile può non essere semplicissimo: si rischia di rimanere spiazzati davanti a una molteplicità di soluzioni, senza sapere cosa scegliere e per quale motivo. Se si è accantonata l’ipotesi del noleggio a lungo termine, per l’acquisto restano di fatto tre opzioni: il leasing (con acquisto del veicolo al termine del periodo), l’acquisto finanziato o l’acquisto in contanti. Quest’ultima soluzione è certamente la più semplice: coprire immediatamente l’intero importo della vettura consente spesso di ottenere delle agevolazioni sul prezzo finale dell’auto, anche se non è certamente comodo riuscire ad avere la somma necessaria, specialmente se si tratta di un veicolo dal costo molto alto.

Il leasing è la forma di finanziamento più comune, che consente di entrare in possesso di una vettura versando una rata bassa e avendo inclusi alcuni servizi base (come manutenzione ordinaria e assicurazione). È la scelta più gettonata da parte di chi non vuole investire una robusta parte di capitale in una vettura. Tuttavia a fronte delle rate basse bisogna sempre considerare che esistono delle spese supplementari (le riparazioni straordinarie, l’eventuale aggiunta di una copertura assicurativa più ampia ecc) che vanno ad aumentare l’importo. Inoltre, negli ultimi anni, le società di leasing hanno costantemente aumentato le cauzioni, chiedendo di versare come anticipo una somma di qualche migliaia di franchi, andando a complicare ulteriormente l’accesso a questa formula. Quando si stipula un contratto di questo genere, è fondamentale che sia indicato il valore residuo del veicolo, che va a incidere sul tasso di interesse. Nel leasing a consumo, questo valore residuo deve figurare nel contratto o in una tabella allegata. Il contratto di leasing non costituisce peraltro un vero acquisto: alla scadenza del rapporto, la vettura deve essere restituita. Per avere la certezza della possibilità di acquisto, serve un documento scritto da parte della società di leasing: la promessa espressa oralmente non è infatti vincolante e il concessionario potrebbe decidere di ritrattare, specialmente se la riconsegna riguarda un veicolo appetibile per la futura rivendita.

La terza soluzione è quella dell’acquisto tramite finanziamento, con un istituto bancario o con una finanziaria. Confrontare sempre il tasso di interesse prima di scegliere la giusta rata e premunirsi di un’assicurazione che consenta, se necessario, di saltare alcune rate o di congelare il pagamento per qualche mese sono scelte da non trascurare.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Portafoglio
  • 1
    Investimenti

    Stagflazione
    in vista nel 2022?

    La strategia di investimento mira ad approfittare delle condizioni favorevoli del mercato, ma in forma flessibile perché il rischio è di rimanere penalizzati dalla comparsa della stagflazione.

  • 2
  • 3
    Spese

    Quanto costa
    vendere casa?

    Non solo comprare, ma anche cedere la propria abitazione comporta delle spese: ecco quali sono le più importanti

  • 4
    Finanza

    Investimenti tematici
    sostenibili

    Gli investimenti tematici rappresentano un’interessante opportunità di integrazione per i portafogli finanziari di investitori con un orizzonte temporale medio-lungo.

  • 5
  • 1