Come fare

Immatricolare la barca
Ecco costi e pratiche

Immatricolare la barca <br />Ecco costi e pratiche
Scopriamo i passaggi da completare nell’iter per essere in regola con la propria barca e le relative spese (©Archivio CdT/Chiara Zocchetti)

Immatricolare la barca
Ecco costi e pratiche

Scopriamo i passaggi da completare nell’iter per essere in regola con la propria barca e le relative spese (©Archivio CdT/Chiara Zocchetti)

Al piacere o alla necessità di navigare nei laghi e fiumi svizzeri, così come al mare quando ci si reca fuori confine per le vacanze, vanno necessariamente abbinati degli obblighi normativi. Qui nello specifico ci riferiamo all’immatricolazione dei natanti con motore acquistati in Svizzera e all’estero, e per i quali l’iter per circolare liberamente inizia con la verifica dell’assicurazione responsabilità civile legata all’imbarcazione. In questa prima fase è dunque necessario richiedere alla propria compagnia assicurativa l’attestato d’assicurazione per la copertura RC del natante. Va infatti tenuto presente che, generalmente, nessuna barca può essere messa in servizio o stazionare in acque aperte alla navigazione pubblica finché non viene stipulata un’assicurazione sulla responsabilità civile. Solo al di fuori dello scopo professionale (noleggio, trasporti professionali di persone e merci), vi sono delle eccezioni all’obbligatorietà della polizza. Ovvero quando si tratta di natanti non motorizzati (a remi, pedali, ecc...), gommoni con una lunghezza inferiore a 2,5 metri, e battelli a vela non motorizzati con una superficie della vela inferiore a 15 metri quadri. A questo punto, se la barca è stata acquistata all’estero, bisognerà sdoganarla presso qualsiasi punto doganale in Svizzera. Le autorità competenti controlleranno inoltre che l’immatricolazione, ammessa ad un solo detentore responsabile, sia a favore di un soggetto provvisto di licenza di navigazione.

Passaggio fondamentale è poi ovviamente quello della compilazione del formulario di immatricolazione, che andrà stampato in formato PDF e firmato. A questo vanno poi allegati vari documenti, in primo luogo relativi al natante, quindi formulario 15.10 (copia rosa e verde), manuale del proprietario e dichiarazione di conformità 2013/53/EU e relative norme ISO. Per quanto riguarda il motore, invece, da allegare ci saranno l’attestato d’importazione e d’omologazione gas di scarico, il documento sulla manutenzione relativa ai gas di scarico, diverse dichiarazioni di conformità e relative norme ISO, a seconda che il motore sia elettrico oppure a benzina/diesel, oltre alla fotocopia del documento d’identità (estratto del registro di commercio se si è persona giuridica). La spedizione della documentazione non è possibile in formato elettronico, quindi bisognerà optare per la consegna diretta presso la propria Sezione di circolazione, oppure per l’invio tramite posta ordinaria. In poco tempo l’immatricolante riceverà la pratica completata, insieme alla fattura relativa ai costi da sostenere. Nello specifico si tratta di 30 franchi per la licenza di navigazione, 30 per le targhe, 100 per l’esame e la decisione, a da 100 a 200 franchi per la misurazione del rumore quando necessaria.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Portafoglio
  • 1