Monica Lewinsky produce una serie sullo scandalo Clinton

il caso

L’ex stagista della Casa Bianca, oggi collaboratrice di «Vanity Fair», produrrà una nuova serie televisiva per la 20th Television della Disney ispirata allo scandalo che la mise al centro di una tempesta politica

Monica Lewinsky produce una serie sullo scandalo Clinton

Monica Lewinsky produce una serie sullo scandalo Clinton

Per Monica Lewinsky la vendetta è un piatto che si mangia freddo: a 47 anni l’ex stagista della Casa Bianca, oggi collaboratrice di «Vanity Fair», produrrà una nuova serie televisiva per la 20th Television della Disney ispirata allo scandalo che, appena ventunenne, la mise al centro di una tempesta politica da cui scaturì il primo processo di impeachment in oltre un secolo di un presidente degli Stati Uniti in carica.

La serie, che debuttera’ su FX il 7 settembre, fa parte dell’antologia «American Crime Story». Intitolata «Impeachment», e’ ispirata al saggio di Jeffrey Toobin, «A Vast Conspiracy», sullo scandalo sessuale che per poco non provoco’ la caduta dell’allora presidente Bill Clinton. Beanie Feldstein di «Booksmart» darà volto e voce a Monica, Clive Owen sarà Clinton, mentre Edie Falco avrà la parte di Hillary e Sarah Paulson della confidente Linda Tripp.

«Avendo conosciuto Monica per il suo coinvolgimento con la nuova edizione di ‘American Crime Story’, siamo rimasti colpiti dal suo istinto come producer e dal suo desiderio di portare storie inedite e provocatorie sullo schermo», ha detto la presidente di 20th Television Karey Burke auspicando che «Impeachment» sia solo l’inizio di una lunga collaborazione.

Negli ultimi anni la Lewinsky si è reinventata come scrittrice, attivista e adesso anche titolare di una società’ di produzione appropriatamente battezzata «Alt Ending» (finale alternativo). Punto di partenza della Monica 2.0 e’ stato il lungo articolo per «Vanity Fair» del 2014 in cui l’ex stagista del Sexgate ha riesaminato dal suo personale punto di vista gli eventi al centro dell’uragano mediatico che per mesi, nel 1998, catturò l’attenzione dell’opinione pubblica mondiale provocando gravi ripercussioni dello scandalo sul suo stato emotivo. Monica era tornata alla carica l’anno dopo con la Ted Talk «The Price of Shame» (il prezzo della vergogna), seguita da circa venti milioni di persone. Da allora le sue campagne contro il cyberbullismo e altre forme di molestie e intimidazione online sono state applaudite dai media.

Il progetto con 20th Television non è il solo in cantiere per l’ex stagista: c’e’ anche un documentario per Hbo Max intitolato «15 minutes of Shame» che, secondo la piattaforma in streaming, esplorerà «l’epidemia di vergogna» nella cultura contemporanea.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Serie Tv
  • 1

    Emmy Awards 2021: a trionfare sono «The Crown» e «Ted Lasso»

    spettacolo

    La quarta stagione della pluripremiata saga sulla famiglia reale britannica ha vinto il premio per la migliore serie drammatica regalando a Netflix la sua prima statuetta nella categoria - Alla serie con Jason Sudeikis la corona per la commedia - Premiata anche «La regina degli scacchi»

  • 2

    Schumacher, l’uomo e la leggenda

    Netflix

    La piattaforma streaming ripercorre la carriera del campionissimo con un documentario di quasi due ore: da una parte la guida aggressiva sempre al limite, dall’altra la calma e l’amore della famiglia

  • 3

    «Turning Point», tra fumo, lacrime e sana autocritica

    la recensione

    Disponibile da alcuni giorni su Netflix, la serie TV ripercorre nell’arco di cinque episodi la storia dell’11 settembre 2001 - L’opera è un raro documento di analisi senza eccessivo patriottismo - GUARDA IL TRAILER

  • 4

    Il futuro di Netflix? I videogiochi

    Streaming

    Risultati al di sotto delle attese nel secondo trimestre e perdita di abbonati in Nordamerica: con Antonio Nucci affrontiamo le sfide attuali e quelle future del colosso statunitense

  • 1
  • 1