L’approfondimento

Il peso corporeo
sotto controllo

Il peso corporeo <br />sotto controllo
Attività regolare e alimentazione corretta: il binomio che regola il peso corporeo.

Il peso corporeo
sotto controllo

Attività regolare e alimentazione corretta: il binomio che regola il peso corporeo.

È curioso come i tempi cambiano, e con essi le abitudini. Pensiamo all’aspetto fisico. Fino agli anni Settanta se si aveva qualche chilo di troppo non era certo un problema, anzi c’era quasi di che vantarsene. Forse perché essere un po’ sovrappeso significava abbondanza, privilegio di svolgere un’attività lavorativa da seduti, di disporre di ogni comodità che la società dei consumi metteva a disposizione. Insomma, quasi un abito sociale.

Poi le cose sono cambiate: ci si è accorti che quei chili di troppo potevano comportare dei problemi per la salute. Si è allora iniziato a fare sport, soprattutto “esercizio aerobico”, quello che meglio di ogni altro previene killer micidiali come l’infarto e l’ictus. A partire dagli Stati Uniti, milioni di persone si convincono ad alzarsi dalla poltrona, infilano tuta e scarpette e si lanciano a correre nei parchi. Un’ondata, quella del jogging, che piano piano contagerà anche l’Europa.

Ma fare sport non basta. Si deve cambiare pure l’alimentazione, perché la salute è anche avere un peso forma idoneo. Che non significa essere magrissimi. In genere ci si appoggia sulla percentuale di grasso corporeo, da determinare con un apposito esame, e che è diversa tra uomo e donna. Nell’uomo che pratica la corsa a livello amatoriale non dovrebbe superare circa il 15%, nella donna il 22%. Si parla di sovrappeso quando nell’uomo si oltrepassa il 20% e nella donna il 30%.

Negli sport di resistenza il peso assume chiaramente un ruolo molto importante. Prendiamo ancora la corsa a piedi. Essere sufficientemente magri significa portarsi appresso una “zavorra” ridotta ai minimi termini, a tutto vantaggio delle articolazioni e dell’apparato locomotore. Non solo: per i corridori più ambiziosi, ovvero chi gareggia con regolarità, il peso corporeo può essere decisivo, quasi nella stessa misura degli allenamenti, per ottenere dei tempi di rilievo.

In uno studio condotto qualche anno fa, è stato valutato in circa 2’30’’ la perdita in una prova sui 10 chilometri per una persona che supera di 4,5 chilogrammi il proprio peso forma e di addirittura 10’ nella maratona. È vero che può essere un dato soggettivo, ma da parte mia non posso che confermarlo. È solo avvicinandomi al mio peso forma di 78 chilogrammi che avverto le migliori sensazioni, sia a corsa che in bicicletta. In più, essere magri permette di allenarsi con maggiore frequenza e di percorrere più chilometri senza infortunarsi. Il che è davvero un aspetto da non sottovalutare per chiunque ambisca a diventare un runner a tutti gli effetti.

5 consigli per perdere peso
Il peso corporeo <br />sotto controllo

1. Lo sport giusto - Per chi vuole perdere peso gli sport più indicati sono ovviamente quelli “aerobici”, come corsa, bicicletta o nuoto. È infatti bene sapere che in 30 minuti di corsa un adulto di 75 chili brucia 461 calorie, contro le 327 che brucerebbe, ad esempio, giocando a tennis.

Il peso corporeo <br />sotto controllo

2. Correre al mattino - Per chi vuole perdere peso gli sport più indicati sono ovviamente quelli “aerobici”, come corsa, bicicletta o nuoto. È infatti bene sapere che in 30 minuti di corsa un adulto di 75 chili brucia 461 calorie, contro le 327 che brucerebbe, ad esempio, giocando a tennis.

Il peso corporeo <br />sotto controllo

3. Oltre i 40 minuti - Bisogna fare in modo che gli allenamenti “regolari” vadano invece oltre i 40 minuti. È infatti a partire grosso modo da questo momento che il nostro corpo inizia a bruciare in maggiore misura i grassi, anziché i carboidrati. In ogni caso più si riesce a prolungare gli allenamenti nel tempo, più il nostro corpo attinge ai grassi come “benzina” per il suo funzionamento.

Il peso corporeo <br />sotto controllo

4. Alimentazione sott’occhio - È bene mangiare poco e spesso, per chi ne ha la possibilità, nel corso della giornata. Perché un unico pasto completo fa ingrassare di più di sei piccoli pasti. Inoltre, è consigliato mangiare piano e soprattutto seguire la famosa regola che recita: “Colazione da re, pranzo da principe e cena da povero”.

Il peso corporeo <br />sotto controllo

5. Muscoli forti - Quando si perde peso non bisogna scordarsi di rafforzare la muscolatura, perché avere una buona massa muscolare, costruita attraverso il lavoro in palestra, aumentando il metabolismo permette di bruciare con più facilità il tessuto adiposo.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Articoli suggeriti
Ultime notizie: Sport per tutti
  • 1