Allenamento

L’allenamento
e i suoi principi

L’allenamento <br />e i suoi principi
L’attività sportiva deve essere praticata considerando le proprie caratteristiche personali.

L’allenamento
e i suoi principi

L’attività sportiva deve essere praticata considerando le proprie caratteristiche personali.

Sapere che cos’è l’allenamento e quali sono i suoi principi è certamente importante per chiunque svolga un’attività fisica, soprattutto di tipo aerobico. Questo a maggior ragione se si pensa che oggi sono davvero in molti coloro che si dedicano alla corsa a piedi o alla bicicletta, o ad altre discipline simili, in modo diciamo così "spontaneo", senza cioè avere una preparazione specifica o l’accompagnamento di una persona qualificata. Una situazione dettata dalla praticità di questi sport sempre più diffusi e popolari, che certamente evidenzia un aspetto molto positivo, ovvero quello dell’assunzione di responsabilità da parte di un numero sempre maggiore di persone verso la propria salute e il proprio benessere psicofisico. Tuttavia, come sottolineato, è importante avere anche qualche base conoscitiva sul funzionamento del nostro corpo per evitare situazioni spiacevoli e magari controproducenti.

E dunque, cos’è l’allenamento? Detto in parole povere si può dire che esso è l’insieme degli esercizi cui viene sottoposto l’organismo con un’intensità crescente, allo scopo di ottenere un adattamento progressivo che gli renda possibile sopportare carichi di lavoro sempre maggiori con un sempre minore dispendio di energia e quindi con un sempre minore affaticamento. L’allenamento rappresenta quindi, dal punto di vista fisiologico, uno stress, poiché comporta delle modificazioni, provocate da stimoli esterni, nell’attività dei più importanti sistemi dell’organismo umano. Il nostro corpo ha perciò la capacità di reagire e adattarsi a situazioni esterne: se organizziamo questi stimoli in modo mirato produrremo pertanto nel nostro organismo delle modifiche che ne miglioreranno le funzioni nell’ottica desiderata.

Ad esempio, se noi corriamo delle distanze sempre più lunghe, aggiungendo un paio di chilometri all’ultima sessione di “lungo”, con l’andare del tempo il nostro fisico sarà in grado di sopportarle sempre con minore fatica. È un processo quasi naturale, la risposta puntuale del nostro fisico alle sollecitazioni che gli abbiamo dato.

Perché queste sollecitazioni abbiano un effetto positivo è tuttavia opportuno tenere conto di alcuni principi fondamentali dell'allenamento che sono sei in tutto. Principi semplici e facili, ma indispensabili da conoscere, se si vuole migliorare, ma soprattutto per evitare infortuni. Sono quelli riassunti qui di seguito.

Principio della progressività dei carichi

L'allenamento deve rispettare una progressività, sia nella quantità che nella qualità. Si deve quindi sempre iniziare con esercizi facili e poco impegnativi per aumentare con il tempo, molto blandamente, l'intensità degli stimoli e degli sforzi.

Principio della continuità del carico

L'allenamento va praticato con continuità e costanza, quindi senza interruzioni prolungate, per non perdere gli adattamenti raggiunti.

Principio della varietà

Per evitare fatica eccessiva e monotonia, occorre trovare il modo per rendere l’attività variata e divertente. Nella corsa, ad esempio, prevedendo diversi tipi di allenamento su percorsi variati, da soli o in compagnia.

Principio della supercompensazione

È l’alternanza fra periodi di lavoro e momenti di riposo in modo da consentire una rigenerazione delle energie e un buon recupero muscolare.

Principio della programmazione

Come in ogni attività, i migliori risultati si ottengono se si procede con un programma ben preciso e non casualmente.

Principio della personalizzazione

Ognuno di noi ha caratteristiche che gli sono proprie e che non possono essere generalizzate. Questo significa che ogni piano di allenamento deve essere personalizzato, tenendo conto delle peculiarità di ciascuno, sia sul piano delle caratteristiche fisiche che su quello delle possibilità di allenarsi.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Articoli suggeriti
Ultime notizie: Sport per tutti
  • 1