La proposta

Un’uscita autunnale
in Val Calanca

Un’uscita autunnale <br />in Val Calanca
Alla scoperta di un percorso che punta in direzione di Rossa e Valbella, per poi unire i due versanti della valle e dirigersi verso Castaneda e, infine, Santa Maria

Un’uscita autunnale
in Val Calanca

Alla scoperta di un percorso che punta in direzione di Rossa e Valbella, per poi unire i due versanti della valle e dirigersi verso Castaneda e, infine, Santa Maria

Uno dei privilegi per chi ama spostarsi in bicicletta è quello di permettere a chi vi si dedica di sperimentare l’ebbrezza di aver percorso un tragitto con la sola forza delle proprie gambe e della sua determinazione, e di offrirgli la sensazione gratificante di essere stato il solo artefice della scoperta di un paesaggio o di un ambiente.
Indovinare nel cielo velato del mattino i confini del luogo dove si arriverà e poi intravedere dietro di sé, nella luce del mezzogiorno, da dove si era partiti qualche ora prima, sono emozioni che si rinnovano a ogni uscita.
Queste impressioni le si avvertono certamente affrontando la salita che porta a Santa Maria in Val Calanca. Perché proprio dal bivio in cui inizia la salita a Grono si può osservare dal basso il campanile di una Chiesa spuntare 400 metri più in altro, in cima alla montagna e nel bel mezzo della vegetazione, che adesso risplende nei suoi magnifici colori autunnali, proprio con quel cielo velato sullo sfondo.

Grono si trova all’inizio della Mesolcina, a una manciata di chilometri da Bellinzona, ma già su territorio grigionese.

E allora, per chi vi giunge la prima volta, sorge la domanda: di quale villaggio si tratterà? Perché se c’è un campanile, significa che nei pressi c’è un paese e se c’è un villaggio ci sarà pure una strada che permette di raggiungerlo. Così la salita si fa subito più interessante, il peso della fatica meno opprimente, perché nel ciclista si avverte la curiosità di conoscere, di raggiungere quel luogo.
Noi lo sappiamo: quel campanile appartiene proprio alla chiesa di Santa Maria, l’ameno villaggio che è il punto d’arrivo di questo itinerario. Un percorso che si svolge nella prima parte sulla strada che si inoltra nella bella Val Calanca e che punta in direzione di Rossa e Valbella, ma che dopo circa quattro chilometri, poco oltre il ponte che unisce i due versanti della valle, devia sulla destra su un ampio tornante per dirigersi poi verso Castaneda e, appunto, Santa Maria.

Grono si trova all’inizio della Mesolcina, a una manciata di chilometri da Bellinzona, ma già su territorio grigionese. Può quindi essere raggiunto facilmente dalla capitale, come sorta di ottimo riscaldamento. Perché poi la salita, che misura in tutto circa 8 chilometri con 618 m di dislivello, è sempre piuttosto sostenuta con pochi momenti di respiro: già dall’inizio, sui tornanti che si innalzano sopra il paese in una natura piuttosto aspra, ci sono tratti al 10%, pendenze che si ritrovano anche a partire dal bivio e nei quattro chilometri che conducono fino a Santa Maria (955 m).
Un impegno che però sarà ben ripagato, perché una volta giunti a Santa Maria, che si adagia su una sorta di promontorio, il panorama si allarga e si addolcisce; perché il paese, pur trovandosi a quasi mille metri di quota, grazie alla sua posizione ben esposta verso sud presenta una vegetazione quasi collinare: non abeti circondano il villaggio, ma castagni e piante da frutto, qua e là si intravedono tralci di vite e in alcuni giardini si trovano pure delle palme...

È la gradita sorpresa che viene regalata al ciclista, che ora volge lo sguardo a valle e guarda con occhio disincantato verso il piano avvolto nelle prime brume del paesaggio autunnale.

Consigli tecnici

Il periodo e la quota di arrivo consigliano un equipaggiamento adeguato soprattutto pensando alla discesa e al conseguente raffreddamento del corpo dovuto alle temperature più basse. Un ricambio e la classica mantellina da ciclista sono quindi indumenti che non si possono dimenticare in questo periodo dell’anno e per questa uscita.

Dati tecnici

» Regione: Moesano
» Partenza: Grono (337 m)
» Arrivo: Santa Maria (955 m)
» Dislivello: 618 m
» Lunghezza: 7,8 km
» Pendenza media: 7,92%
» Pendenza massima: 10-11%

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Sport per tutti
  • 1