A Losanna una medaglia per la Russia

doping

Per le prossime due stagioni i danni sono limitati a qualche aspetto formale, come l’inno e la bandiera: nessuna esclusione totale né per i singoli atleti né per le squadre

A Losanna una medaglia per la Russia
©KEYSTONE /Hannibal Hanschke

A Losanna una medaglia per la Russia

©KEYSTONE /Hannibal Hanschke

Russia fuori dai Giochi Olimpici e dai Mondiali di ogni disciplina fino al dicembre 2022. In teoria, detto così, un disastro. In pratica quella strappata al TAS di Losanna dall’agenzia antidoping russa, sul piano sportivo, e da Vladimir Putin, su quello politico, può essere considerata una mezza vittoria e anche di più: rispetto ai 4 anni di squalifica inflitti nel 2019 dalla WADA lo è senz’altro. Inoltre per le prossime due stagioni i danni sono limitati a qualche aspetto formale, come l’inno e la bandiera: nessuna esclusione totale solo per il fatto di essere russi, quindi, né per i singoli né per le squadre.

SORPRESA

Comunque la si pensi sul doping di Stato nello sport russo, e sulla manipolazione anche dei dati forniti l’anno scorso, quella di ieri a Losanna è stata una grossa sorpresa....

Vuoi leggere di più?

Sottoscrivi un abbonamento per continuare a leggere l’articolo.
Scopri gli abbonamenti al Corriere del Ticino.

Abbonati a 9.- CHF

Hai già un abbonamento? Accedi

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Sport
  • 1
  • 1