Il colpaccio di Rins e la costanza di Mir

Motociclismo

Festa doppia per la Suzuki al GP di Aragona: Alex vince la gara, Joan si prende la testa del Mondiale - Altra delusione per Tom Lüthi in Moto2

Il colpaccio di Rins e la costanza di Mir
Lo spagnolo Alex Rins. © AP Photo/Jose Breton

Il colpaccio di Rins e la costanza di Mir

Lo spagnolo Alex Rins. © AP Photo/Jose Breton

Per un niente, la vittoria è scivolata tra le dita di Marquez. L’altro Marquez. Alex Marquez. Quello che corre con il numero 73. Quello che ha iniziato la stagione senza sprigionare scintille ma che negli ultimi Gran Premi ha compiuto passi da gigante. Secondo in Francia una settimana fa, secondo qui in Aragona ieri, in sella ad una Honda che, forzatamente priva dell’apporto di Marc, il fratello maggiore, gli sta forse dedicando anche una quota di quei pensieri che altrimenti avrebbero orbitato attorno al numero 93. Sul traguardo, Alex Rins (Suzuki) lo ha preceduto di poco più di due decimi; Marquez, a sua volta, si è lasciato per due secondi e mezzo alle spalle Joan Mir, altro pilota Suzuki. Joan, da ieri, comanda la classifica mondiale della MotoGP. Una graduatoria compressa come un mantice:...

Vuoi leggere di più?

Sottoscrivi un abbonamento per continuare a leggere l’articolo.
Scopri gli abbonamenti al Corriere del Ticino.

Abbonati a 9.- CHF

Hai già un abbonamento? Accedi

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: AutoMoto
  • 1
  • 1