addio a una leggenda

Il mondo della Formula1 in lutto: è morto Niki Lauda

L’ex pilota tre volte campione del mondo è deceduto ieri in una clinica in Svizzera - GUARDA I VIDEO

Il mondo della Formula1 in lutto: è morto Niki Lauda
Niki Lauda a Silverstone, nel luglio 2018. (AP Photo/Luca Bruno, file)

Il mondo della Formula1 in lutto: è morto Niki Lauda

Niki Lauda a Silverstone, nel luglio 2018. (AP Photo/Luca Bruno, file)

Il mondo della Formula1 in lutto: è morto Niki Lauda
In gara a Budapest nel 1969. (Foto Wikipedia)

Il mondo della Formula1 in lutto: è morto Niki Lauda

In gara a Budapest nel 1969. (Foto Wikipedia)

Il mondo della Formula1 in lutto: è morto Niki Lauda
Niki Lauda durante le prove a San Paolo, Brasile, nel 2017. (AP Photo/Nelson Antoine)

Il mondo della Formula1 in lutto: è morto Niki Lauda

Niki Lauda durante le prove a San Paolo, Brasile, nel 2017. (AP Photo/Nelson Antoine)

Il mondo della Formula1 in lutto: è morto Niki Lauda
Niki Lauda, durante il GP di Buenos Aire in Argentina nel 1975. (AP Photo/E. Di Baia)

Il mondo della Formula1 in lutto: è morto Niki Lauda

Niki Lauda, durante il GP di Buenos Aire in Argentina nel 1975. (AP Photo/E. Di Baia)

Il mondo della Formula1 in lutto: è morto Niki Lauda
Niki Lauda e Alain Prost il 21 ottobre 1984 al GP del Portogallo. (APA/AFP/GABRIEL DUVAL)

Il mondo della Formula1 in lutto: è morto Niki Lauda

Niki Lauda e Alain Prost il 21 ottobre 1984 al GP del Portogallo. (APA/AFP/GABRIEL DUVAL)

Il mondo della Formula1 in lutto: è morto Niki Lauda
(Foto Keystone)

Il mondo della Formula1 in lutto: è morto Niki Lauda

(Foto Keystone)

Il mondo della Formula1 in lutto: è morto Niki Lauda
Niki Lauda il 5 giugno 2018, al Red Bull Ring a Spielberg. (Foto Keystone)

Il mondo della Formula1 in lutto: è morto Niki Lauda

Niki Lauda il 5 giugno 2018, al Red Bull Ring a Spielberg. (Foto Keystone)

Il mondo della Formula1 in lutto: è morto Niki Lauda
Niki Lauda il 21 giugno 2014, al Red Bull Ring a Spielberg. (Foto Keystone)

Il mondo della Formula1 in lutto: è morto Niki Lauda

Niki Lauda il 21 giugno 2014, al Red Bull Ring a Spielberg. (Foto Keystone)

Il mondo della Formula1 in lutto: è morto Niki Lauda
Niki Lauda l’8 settembre 1976, dopo l’incidente al Nürburgring avvenuto il 1. agosto, durante una conferenza stampa a Salisburgo annuncia che tornerà a gareggiare. (Foto Keystone)

Il mondo della Formula1 in lutto: è morto Niki Lauda

Niki Lauda l’8 settembre 1976, dopo l’incidente al Nürburgring avvenuto il 1. agosto, durante una conferenza stampa a Salisburgo annuncia che tornerà a gareggiare. (Foto Keystone)

Il mondo della Formula1 in lutto: è morto Niki Lauda
Niki Lauda il 16 maggio 1975 al GP del Belgio a Zolder. (Foto Keystone)

Il mondo della Formula1 in lutto: è morto Niki Lauda

Niki Lauda il 16 maggio 1975 al GP del Belgio a Zolder. (Foto Keystone)

Il mondo della Formula1 in lutto: è morto Niki Lauda
Lauda all’Hockenheimring per il GP di Germania nel 1977. (Foto Keystone)

Il mondo della Formula1 in lutto: è morto Niki Lauda

Lauda all’Hockenheimring per il GP di Germania nel 1977. (Foto Keystone)

Il mondo della Formula1 in lutto: è morto Niki Lauda
Niki Lauda, il 26 giugno 1972 a Rouen in Francia. (Foto Keystone)

Il mondo della Formula1 in lutto: è morto Niki Lauda

Niki Lauda, il 26 giugno 1972 a Rouen in Francia. (Foto Keystone)

VIENNA - È morto all’età di 70 anni l’ex pilota austriaco Niki Lauda, leggenda della Formula 1 tre volte campione del mondo (nel 1975 e 1977 con la Ferrari, nel 1984 con la McLaren). Lo rende noto la famiglia in un comunicato, pubblicato dai siti internazionali. Niki Lauda è deceduto ieri in una clinica in Svizzera.

«Con grande tristezza - riporta il comunicato dei parenti - annunciamo che lunedì il nostro amato Niki è morto in pace e circondato dalla sua famiglia. I suoi successi unici come sportivo e imprenditore sono e rimarranno indimenticabili. La sua instancabile spinta, la sua semplicità e il suo coraggio rimangono un modello e un punto di riferimento per tutti noi. Lontano dal pubblico, era un marito, padre e nonno amorevole e premuroso. Ci mancherà molto». Non si conoscono con precisione le cause della morte. Lauda era stato ricoverato in ospedale lo scorso gennaio a causa di un’influenza che lo aveva colpito durante le ultime vacanze di Natale, trascorse in Spagna, mentre ad agosto 2018 aveva subito un trapianto di polmone.

Lauda è nato a Vienna il 22 febbraio 1949. Ha disputato 171 Gran Premi, vincendone 25, con 24 pole position e altrettanti giri veloci. Nella sua carriera sportiva ha guidato per March, BRM, Ferrari, Brabham e, infine, McLaren. Come imprenditore, poi, ha fondato e diretto due compagnie aeree, la Lauda Air e la Niki, mentre come dirigente sportivo, ha diretto per due stagioni la Jaguar e dal 2012 fino alla sua scomparsa ha ricoperto la carica di presidente non esecutivo della scuderia Mercedes AMG F1.

Era soprannominato «il computer» per la sua capacità di individuare tutti i difetti della vettura che guidava. Dal carattere determinato e a tratti quasi freddo, Lauda strinse una grande amicizia con il rivale James Hunt, suo compagno di gavetta nelle formule minori. Al loro legame è pure dedicato il film Rush. Al Nürburgring, nel 1976 ebbe un terribile incidente che lo lasciò sfigurato a vita. Fu estratto vivo per miracolo dall’abitacolo della sua monoposto, ridotta ad un inferno di fiamme e lamiere, ma Lauda, che rimase gravemente infortunato, si dedicò con tenacia al recupero e tornò presto in pista.

L’incidente di Niki Lauda del 1976 al Nürburgring. (Video Youtube)
I piloti intervengono per soccorrere Niki Lauda. (Video Youtube)
©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

  • 1
Ultime notizie: AutoMoto
  • 1