Tom Lüthi brillante secondo a Motegi

Motomondiale

Nel GP del Giappone delle Moto2 il bernese ha chiuso alle spalle di Luca Marini, fratello del grande Valentino Rossi

 Tom Lüthi brillante secondo a Motegi
Tom Lüthi in azione a Motegi. © EPA/Toru Hanai

Tom Lüthi brillante secondo a Motegi

Tom Lüthi in azione a Motegi. © EPA/Toru Hanai

(Aggiornata alle 9.53) - Tom Lüthi nel campionato iridato delle Moto2 è finalmente tornato a festeggiare un podio che gli mancava ormai dalla metà del mese di giugno. Sul circuito di Motegi, dove si è gareggiato per il GP del Giappone, il bernese si è infatti classificato secondo alle spalle di Luca Marini, fratello del grande Valentino Rossi. Era da otto corse che Tom non riusciva più a centrare un piazzamento fra i primi tre e i punti raccolti in Giappone gli hanno permesso di risalire al secondo posto nella classifica generale del campionato, a 36 punti dal leader, ossia lo spagnolo Alex Marquez che a Motegi si è dovuto accontentare della sesta piazza.

Settimo sulla griglia di partenza, il rossocrociato è stato protagonista di una grande rimonta. Poco prima di metà corsa si è addirittura portato al comando scavalcando Marini, in testa fin dal via. L’italiano si è però incollato alla ruota del bernese e l’ha sorpassato a sua volta a due giri dalla conclusione. Luca Marini, per la cronaca, aveva già vinto due settimane fa in Thailandia.

Quanto agli altri rossocrociati, Dominique Aegerter ha messo nel carniere 2 punti piazzandosi al 14. rango, mentre Jesko Raffin ha concluso al diciannovesimo.

Il weekend giapponese si è chiuso con la gara della classe regiona, quella MotoGP che ha già incoronato con grande anticipo sulla fine dell’annata di gare Marc Marquez, fratello del già citato Alex. Ebbene, l’asso della Honda è volato verso il successo con grande tranquillità, cogliendo così l’ottantesima affermazione della carriera, la decima di questa stagione. Alle sue spalle si sono piazzati nell’ordine il francese Fabio Quartararo e l’italiano Andrea Dovizioso.

Prossimo appuntamento il 27 ottobre a Phillip Island con il GP d’Australia.

Risultati e classifiche

MotoGP (24 giri, 115,224 km): 1. Marc Marquez (ESP), Honda, 42’41’’492 (media di 161,9 km/h). 2. Fabio Quartararo (FRA), Yamaha, a 0’’870. 3. Andrea Dovizioso (ITA), Ducati, a 1’’325. 4. Maverick Viñales (ESP), Yamaha, a 2’’608. 5. Cal Crutchlow (GBR), Honda, a 9’’140. 6. Franco Morbidelli (ITA), Yamaha, a 9’’187. Giro più veloce (5.): M. Marquez in 1’45’’766 (media di 163,4 km/h).

Mondiale (16 gare su 19): 1. M. Marquez 350 punti (campione). 2. Dovizioso 231. 3. Alex Rins (ESP/Suzuki) e Viñales 176. 5. Danilo Petrucci (ITA/Ducati) 9. 6. Quartararo 163.

Moto2 (22 giri, 105,622 km): 1. Luca Marini (ITA), Kalex, 40’57’’279 (media di 154,7 km/h). 2. Thomas Lüthi (SUI), Kalex, a 0’’560. 3. Jorge Martin (ESP), KTM, a 3’’593. 4. Lorenzo Baldassarri (ITA), Kalex, a 3’’999. 5. Jorge Navarro (ESP), Speed Up, a 5’’236. 6. Alex Marquez (ESP), Kalex, a 7’’345; poi: 14. Dominique Aegerter (SUI), MV Augusta, a 15’’778. 19. Jesko Raffin (SUI), NTS, a 36’’962. Giro più veloce (19.): Martin en 1’50’’834 (media di 155,9 km/h).

Mondiale (16 gare su 19): 1. A. Marquez 234 punti. 2. Lüthi 198. 3. Augusto Fernandez (ESP/Kalex) 192. 4. Navarro 188. 5. Brad Binder (RSA/KTM) 184. 6. Marini 176; poi: 23. Aegerter 14. 30. Raffin 3.

Moto3 (20 giri, 96,02 km): 1. Lorenzo Dalla Porta (ITA), Honda, 39’34’’866 (media di 145,5 km/h). 2. Albert Arenas (ESP), KTM, a 0’’094. 3. Celestino Vietti (ITA), KTM, a 0’’198. Giro più veloce (6.): Dalla Porta en 1’57’’790 (media di 146,7 km/h).

Mondiale (16 gare su 19): 1. Dalla Porta 229 punti. 2. Aron Canet (ESP/KTM) 182. 3. Tony Arbolino (ITA/Honda) 161.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: AutoMoto
  • 1
  • 1