Un podio e una delusione per Camathias a Imola

automobilismo

Subito competitiva nel GT4 European la 718 Cayman di Centri Porsche Ticino

Un podio e una delusione per Camathias a Imola

Un podio e una delusione per Camathias a Imola

Un podio e una delusione per Camathias a Imola

Un podio e una delusione per Camathias a Imola

Ottimo avvio di stagione, nella GT4 European Series, per Joel Camathias e la Porsche 718 Cayman GT4 di Centri Porsche Ticino condivisa con Ivan Jacoma. Il package rossoblu si è dimostrato subito competitivo nella serie europea di riferimento per le GT4, che ha preso il via ad Imola.

Dopo aver messo a punto la vettura nei test privati del giovedì e aver tralasciato le libere del venerdì, rese poco utili dai violenti acquazzoni, i due piloti ticinesi hanno brillanto nelle qualifiche, ottenendo entrambi il secondo miglior tempo della classe Pro-Am, che ha consentito loro di partire dalla terza fila assoluta in entrambe le gare.

Gara-1, disputatasi sabato, con Ivan Jacoma al volante in partenza, è stata limpida e coronata da un bel secondo posto in Pro-Am, dietro l’inarrivabile BMW, pari al quarto assoluto.

Gara-2, domenica, è stata molto più movimentata. Ottima la partenza di Joel Camathias, che si manteneva nelle posizioni di testa, ma al secondo giro, nella variante, è stato tamponato e mandato in testacoda dalla Porsche di Møller. Ripartito fra gli ultimi, Camathias ha iniziato una grande rimonta e grazie anche ad una buona gestione di un periodo di safety-car, ha consegnato il volante al compagno in terza posizione di classe. Anche Jacoma si è però ritrovato in un gruppo molto vivace e nel penultimo giro veniva centrato dalla Mercedes di Ibañez: sospensione rovinata e gara finita.

Al termine della gara, Camathias si detto «arrabbiato e deluso» per il secondo podio sfumato. «La cosa più importante - ha aggiunto - è che abbiamo dimostrato di essere competitivi e che il team ha lavorato benissimo, con grande professionalità e un affiatamento perfetto già dalla prima gara. Speriamo di poter fare ancora meglio a Misano tra quindici giorni, anche se il livello della serie è altissimo e al momento, la BMW di testa sembra irraggiungibile».

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: AutoMoto
  • 1
  • 1