Automobilismo

Weekend da dimenticare per Marciello a Silverstone

Il ticinese a bocca asciutta nell’appuntamento inglese delle delle Blancpain Endurance Series

 Weekend da dimenticare per Marciello a Silverstone
La Mercedes AMG GT3 di Raffaele Marciello. (Foto AKKA)

Weekend da dimenticare per Marciello a Silverstone

La Mercedes AMG GT3 di Raffaele Marciello. (Foto AKKA)

SILVERSTONE - Il passato fine settimana seconda trasferta consecutiva in terra britannica per Raffaele Marciello che dopo il weekend di Brands Hatch è stato impegnato sul circuito di Silverstone per il secondo appuntamento delle Blancpain Endurance Series. Il pilota di Breganzona è sceso in pista al volante della Mercedes AMG GT3 numero 88 del Team AKKA e con i compagni di equipaggio Meadows e Abril. A Silverstone Marciello ha iniziato a girare già dal giovedÌ con alcune sessioni di prove private continuate poi il venerdÌ, in una alternanza di pioggia e sole che ha complicato non poco il lavoro di messa a punto dei team.

Sabato è incominciato il vero e proprio programma di gara con due sessioni di prove libere che hanno posizionato immediatamente la vettura del ticinese nella «top 5», nonostante i compagni di squadra Abril e Meadows pagassero un po’ rispetto a Raffaele, situazione non ottimale per scontrarsi con l’agguerrita concorrenza di Lamborghini, Audi, Ferrari ed Aston Martin. Sabato mattina i motori si sono accesi per le prove di qualificazione, suddivise in tre sessioni, una per ogni pilota, con il posizionamento finale determinato dalla media dei tempi fatti segnare dai tre. Nella prima sessione, quella con più benzina a bordo e dunque la più svantaggiata, è stato il turno di Marciello che, per scelta tattica del team, ha tardato parecchio l’ingresso in pista. Nel momento in cui ha dato inizio al proprio giro lanciato, è uscita una bandiera rossa che lo ha obbligato a rientrare inella corsia dei box. Terminata la situazione di bandiera rossa, e senza alcun giro cronometrato compiuto, Marciello è rientrato in pista cercando di svolgere almeno un giro cronometrato ma c’è stata un’altra bandiera rossa, così che Marciello si è ritrovato senza un giro cronometrato a soli due minuti dal termine della sessione.

Quando sembrava tutto pronto per rientrare in pista e completare almeno un giro cronometrato per evitare un pesante zero nella media tra i tre piloti, il direttore di corsa ha deciso di annullare totalmente la Q1, assegnando un tempo nullo a Marciello che, facendo la media con i tre compagni di squadra nelle successive sessioni, avrebbe comunque relegato l’equipaggio di Raffaele in fondo allo schieramento. Meadows e Abril nelle rispettive sessioni portato a termine due giri non eccellenti ma ormai e la Mercedes AMG GT3 del ticinese è stata costretta a occupare la 40. posizione sulla griglia di partenza.

Insomma, un weekend tutto in salita per l’equipaggio di Marciello, anche perché nelle fasi di partenza della gara l’inglese Meadows, partito appunto dalle retrovie, non è riuscito ad evitare un incidente tra tre piloti amatori davanti a lui, danneggiando pesantemente l’anteriore della vettura e fermandosi pochi metri dopo l’accaduto. Un altro pesante zero, dunque, per Marciello nella serie Endurance senza purtroppo nemmeno aver avuto l’opportunità di calarsi nell’abitacolo e dare inizio ad una delle sue rimonte a cui siamo abituati.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

  • 1
Ultime notizie: AutoMoto
  • 1