CALCIO

Altro bel successo esterno per il Lugano

I bianconeri trovano un terzo risultato utile consecutivo, andando ad imporsi in casa del San Gallo per 2-0 - Decisivi Gerndt e Sabbatini

Altro bel successo esterno per il Lugano
(Foto Keystone)

Altro bel successo esterno per il Lugano

(Foto Keystone)

Altro bel successo esterno per il Lugano
(Foto Keystone)

Altro bel successo esterno per il Lugano

(Foto Keystone)

Altro bel successo esterno per il Lugano

Altro bel successo esterno per il Lugano

SAN GALLO - Il Lugano sta finalmente trovando una certa continuità. Dopo il successo esterno di Zurigo e il buon pareggio interno col Basilea, i bianconeri hanno trovato altri tre punti importanti sul campo di San Gallo, dove si sono imposti con autorità. Letale nelle ripartenze, il Lugano è passato al quarto d’ora con Gerndt e ha trovato il raddoppio in entrata di ripresa con Sabbatini, dopodiché è riuscita a resistere con ordine alla pressione dei padroni di casa.

La squadra di Celestini parte attenta in retrovia, ma non lesina qualche ripartenza. Il primo sussulto lo offre Gerndt su punizione, dopo un fallo di Stergiou su Vecsei: nulla da fare. Poco dopo lo svedese è di nuovo sotto i riflettori, ben lanciato da Crnigoj, ma non riesce ad addomesticare il pallone. I bianconeri però sono vivi e propositivi. E al quarto d’ora passano in vantaggio, con un’altra azione in velocità. Sabbatini da il là alla transizione mandando il pallone verso Junior, che all’entrata dell’area serve un pallone delizioso, di tacco, per Gerndt, che a tu per tu con Stojanovic non sbaglia. L'azione è sul filo del fuorigioco, ma il gol viene convalidato. Il San Gallo risponde con una punizione dal limite che finisce fuori di poco, al 26’. Ma c’è poco altro. Anzi, è il Lugano a sfiorare di nuovo il gol, sempre sull’asse Junior-Gerndt. Dapprima, alla mezz’ora, lo svedese conclude alto; quindi, al 41’ il brasiliano sciupa clamorosamente un assist di Gerndt con la porta sguarnita.

Nella ripresa il San Gallo tenta la carta Rapp, col ticinese a dare – nelle intenzioni – maggior peso ad un attacco sin lì impalpabile. Ma la musica non cambia, anzi, i bianconeri confezionano subito una bella azione sull’asse Lavanchy-Gerndt e finalizzata da Sabbatini. Stavolta la risposta del San Gallo è più incisiva: ancora Sierro protagonista, e stavolta sul tiro deve chiudere in tuffo Baumann, pronto nell’occasione. Entra anche Barnetta, al posto del giovane centrale Stergiou, mentre in casa bianconera è Sadiku a dare il cambio a Gerndt. A questo punto i padroni di casa aumentano la pressione. Baumann viene impegnato più volte dai vari Sierro, Barnetta e Wittwer, ma abbassa la saracinesca. I bianconeri stringono i denti e quando possono si rilanciano con Bottani. Nei recuperi i sangallesi si lamentano per un possibile fallo di mano di Daprelà, che non viene concesso. È la penultima emozione del match, che si chiude con un tentativo di Sadiku su punizione, parato da Stojanovic. Tre punti belli e preziosi, per gli uomini di Celestini, cinici in transizione e a sfruttare le sbavature difensive dei biancoverdi.

Il tabellino

San Gallo – Lugano 0-2 (0-1)

Reti: 15’ Gerndt 0-1; 50’ Sabbatini 0-2

Spettatori: 12.644.

Arbitro: Lukas Fähndrich.

San Gallo: Stojanovic; Lüchinger (73’ Campos), Hefti, Stergiou (52’ Barnetta), Wittwer; Sierro, Quintillà, Ashimeru; Bakayoko, Guillemenot (46’ Rapp), Kutesa.

Lugano: Baumann; Kecskes, Maric, Daprelà; Lavanchy, Sabbatini, Piccinocchi, Vecsei, Crnigoj; Gerndt (51’ Sadiku), Junior (64’ Bottani).

Ammoniti: 21’ Hefti, 36’ Crnigoj, 44’ Gerndt, 47’ Lüchinger, 54’ Kecskes, 59’ Kutesa, 75’ Barnetta, 89’ Maric, 93’ Vecsei.

Note: San Gallo senza Muheim (squalificato), Itten, Wiss (infortunati), Abril, Kräuchi, Kchouk, Vilotic, Koch, Tolino e Ben Khalifa (non convocati). Lugano privo di Covilo (sq.) Kameraj, Macek (inf.), Mihajlovic (motivi personali), Muci, Soldini, Yao e Kryeziu (n. conv.).

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Calcio
  • 1