Angelo Renzetti apre la porta a Leonid Novoselskiy

Il Lugano tratta l’entrata nell’azionariato dell’imprenditore russo

Angelo Renzetti apre la porta a Leonid Novoselskiy

Angelo Renzetti apre la porta a Leonid Novoselskiy

LUGANO - La storia si ripete: il presidentissimo Angelo Renzetti starebbe valutando la cessione del Football Club Lugano. Se n'è parlato lunedì sera a «Fuorigioco» su TeleTicino. Le offerte sul tavolo sarebbero due, secondo quanto riferito da Luca Sciarini: la prima, diciamo così interna, è legata al presidente e finanziatore del settore giovanile bianconero Leonid Novoselskiy; la seconda arriverebbe invece dall'attuale patron del Leeds, l'italiano Andrea Radrizzani.Cosa c'è di vero? Abbiamo girato la domanda direttamente a Novoselskiy. «La mia priorità, come ho sempre detto, è il settore giovanile – ha spiegato l'imprenditore russo –. Allo stesso tempo, però, ritengo sia necessario creare un collegamento con la prima squadra in futuro. Io e Angelo Renzetti lavoriamo già assieme: stiamo ragionando su come essere ancora più vicini un domani». Novoselskiy fa già parte della Società Anonima che regge le sorti della prima squadra tuttavia non ha diritto di firma. Soprattutto, non ha (ancora) acquistato quote societarie. In ogni caso, l'uomo forte del settore giovanile bianconero ribadisce di non voler recitare la parte dell'asso pigliatutto: «Beh, con Renzetti cerco una partnership». Nessun passaggio di testimone, insomma. «Se in futuro Angelo vorrà aprire l'azionariato, mi auguro di essere la sua prima scelta. Ma non cerco di rilevare la totalità delle quote, anzi. Io e il presidente come spiegavo siamo già molto vicini. Lui è membro di comitato a livello giovanile e io sono membro della Società Anonima». Nel frattempo, la società bianconera ha voluto fare chiarezza tramite un comunicato diffuso sul proprio sito.

Nella nota si spiega come, vista la necessità di rafforzare il club e ridefinire i rapporti, «le due parti hanno avviato delle discussioni per l'ingresso nell'azionariato di Leonid Novoselskiy». Il futuro di cui parlava l'imprenditore, dunque, è già arrivato.Capitolo Andrea Radrizzani. L'italiano ha diversi affari a Lugano, perché non aggiungerne un altro alla lista? Banali speculazioni ora come ora. L'unica cosa certa, al momento, è che l'imprenditore è concentrato sul Leeds United. Cresciuto nel settore dei diritti televisivi, nel 2017 Radrizzani acquistò la metà delle azioni e per un breve periodo condusse il club inglese assieme a Massimo Cellino, ora al Brescia. Attualmente detiene il 90% della squadra, mentre il restante 10 appartiene ai San Francisco 49ers, franchigia di football americano. Attualmente il Leeds è al comando della Championship, la Serie B inglese. Il progetto tecnico è ambizioso tant'è che in panchina siede Marcelo Bielsa, una leggenda vivente. In rosa militano due vecchie conoscenze: il ticinese Gaetano Berardi e Alioski. In una recente intervista alla «Gazzetta», Radrizzani ha parlato anche di futuro e di un possibile rientro in Italia. «Voglio la Premier in tre o quattro anni» le parole del manager. «In caso contrario potrei tornare». Il suo nome era stato accostato alla Samp, al Nizza e al Bari. Prima che il Milan passasse a Elliott, c'era stato un abboccamento anche con il club rossonero.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Calcio
  • 1