Arriva il San Gallo, parla Celestini

A due giorni dalla sfida a Cornaredo, l'allenatore del Lugano mostra tranquillità e parla del futuro: "Non faccio programmi, occupano la testa di pensieri"

Arriva il San Gallo, parla Celestini

Arriva il San Gallo, parla Celestini

LUGANO - "Non mi sono fissato degli obiettivi da raggiungere da qui a Natale". Fabio Celestini è tranquillo a due giorni dalla sfida contro il San Gallo, da giocare a Cornaredo. "È inutile fare programmi. Ci sono già tante cose a cui pensare, calcoli o programmi hanno il solo effetto di occupare la testa di pensieri". Per Fabio Daprelà quella di domenica sarà una partita particolare: il difensore non ha ancora ricevuto l'esito del ricorso per il fallo su Itten, avvenuto proprio contro i biancoverdi a fine settembre. "Devo capire come sta Fabio a livello mentale" prosegue Celestini. "Lui è un giocatore che mette l'accento sull'aggressività. Se per qualche ragione dovesse venire meno al suo stile di gioco, potrei pensare a un cambio". Infine, il tecnico loda Mattia Bottani. "È bravissimo" il commento. "Ha tutto: tiro, velocità, cambio di direzione, controllo di palla. Può diventare un elemento preziosissimo per noi anche se non va dimenticato che ha subito un lungo infortunio. Non posso ancora spremerlo al massimo. In generale, ora conosco meglio il gruppo. E trovo che il Lugano sia un'ottima squadra".

©CdT.ch - Riproduzione riservata
Ultime notizie: Calcio
  • 1
    Calcio

    Team Ticino, il Lugano risponde all’ACB

    I granata puntano il dito contro Novoselskiy e sono pronti a fare causa ai bianconeri in caso di mancata conciliazione – Angelo Renzetti guarda avanti: «L’assemblea di martedì si terrà come da programma e noi proporremo il sottoscritto, Novoselskiy, Michele Campana e Paolo Ortelli»

  • 2
  • 3
  • 4
    Calcio

    Sarà un Super cambiamento?

    La proposta di riforma del massimo campionato svizzero alla lente - Il CEO della Swiss Football League Claudius Schäfer: «È il momento giusto, vogliamo essere più attrattivi» – Il direttore generale del Lugano Michele Campana: «Ora è un gioco al massacro»

  • 5
    Calcio

    Novoselskiy lascia il CdA del Lugano, ma resta azionista

    L’imprenditore russo ha dato le dimissioni dal vertice della SA bianconera, mantenendo comunque il 40% delle quote societarie - «La mia era stata una nomina simbolica, ero però membro senza diritto di firma e raramente riuscivo a partecipare» spiega il diretto interessato

  • 1