Bambole gonfiabili sugli spalti: il FC Seul si scusa con i tifosi

Calcio

Il club del campionato sudcoreano ha trovato un modo decisamente fantasioso per riempire le tribune dello stadio, ma i riferimenti sessuali non sono piaciuti ai suoi tifosi

Bambole gonfiabili sugli spalti: il FC Seul si scusa con i tifosi
© Ryu Young-suk/Yonhap via AP

Bambole gonfiabili sugli spalti: il FC Seul si scusa con i tifosi

© Ryu Young-suk/Yonhap via AP

Bambole gonfiabili sugli spalti: il FC Seul si scusa con i tifosi

Bambole gonfiabili sugli spalti: il FC Seul si scusa con i tifosi

Bambole gonfiabili sugli spalti: il FC Seul si scusa con i tifosi

Bambole gonfiabili sugli spalti: il FC Seul si scusa con i tifosi

Riempire le tribune degli stadi in tempi di pandemia è un’impresa che richiede molta fantasia. Tra sagome di cartone, manifesti, bandierine e finti cori, c’è anche chi ha un pochino esagerato. Il FC Seul, squadra del campionato sudcoreano, ha dovuto scusarsi per aver messo delle bambole gonfiabili sugli spalti in occasione della partita a porte chiuse giocata ieri contro il Gwangju, poi vinta 1-0. Una mossa che ha scatenato molte polemiche. «Siamo sinceramente dispiaciuti per aver messo i nostri tifosi a disagio», ha scritto la società in un comunicato. «Ci siamo assicurati sin dall’inizio che queste bambole non avessero collegamenti con dei sex toys». Molti di questi oggetti gonfiabili, però, indossavano una t-shirt con il marchio di un fabbricante di articoli sessuali. Altre reggevano dei cartelli pubblicizzanti la stessa azienda e i suoi prodotti. Le bambole erano prevalentemente femminili, dotate di maschera protettiva e disposte secondo le regole del distanziamento sociale.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Calcio
  • 1
  • 1