Bellinzona nel caos, parla Paolo Righetti

Calcio

Il presidente granata fa il punto della situazione dopo l’allontanamento di mister Valerio Jemmi: «I giocatori adesso non hanno più alibi»

Bellinzona nel caos, parla Paolo Righetti
Il presidente granata Paolo Righetti. ©CdT/Archivio

Bellinzona nel caos, parla Paolo Righetti

Il presidente granata Paolo Righetti. ©CdT/Archivio

Ora è ufficiale: Valerio Jemmi non è più l’allenatore del Bellinzona. C’era da aspettarselo, in fondo. E questo perché i risultati finora sono arrivati con il contagocce. Anzi, non sono arrivati del tutto. Di più, dopo l’ammutinamento andato in scena martedì sera difficilmente la dirigenza avrebbe potuto agire altrimenti. Già, dieci e passa giocatori hanno disertato l’allenamento per manifestare il loro dissenso nei confronti dell’oramai ex guida tecnica. Apriti cielo. Alcuni di loro, nel frattempo, sarebbero stati messi temporaneamente fuori rosa in attesa di una schiarita. Intanto, però, al mister è stato dato il benservito. E adesso?

Un filo sottile

«Purtroppo – sottolinea il presidente Paolo Righetti – si è rotto quel sottile filo che lega mister e giocatori. Negli ultimi giorni, ahinoi,...

Vuoi leggere di più?

Sottoscrivi un abbonamento per continuare a leggere l’articolo.
Scopri gli abbonamenti al Corriere del Ticino.

Abbonati a 9.- CHF

Hai già un abbonamento? Accedi

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Calcio
  • 1
  • 1