Celestini: «Mi sarei aspettato più cattiveria»

Calcio

Il tecnico non boccia i bianconeri dopo il 2-1 incassato dall’Inter ma chiede maggiore determinazione – Antonio Conte bagna l’esordio sulla panchina nerazzurra con una vittoria lanciando al meglio la stagione

Celestini: «Mi sarei aspettato più cattiveria»
Una fase del match fra Lugano e Inter. (Foto Putzu)

Celestini: «Mi sarei aspettato più cattiveria»

Una fase del match fra Lugano e Inter. (Foto Putzu)

LUGANO - Preoccupato? No. Arrabbiato? In parte. Fabio Celestini non ha perso il sorriso dei giorni migliori. In fondo, la Casinò Lugano Cup era soltanto un’amichevole. Di più, l’Inter aveva le sembianze di un peso massimo rispetto ai bianconeri. E questo nonostante la differenza di preparazione. Al mister però non sono mai piaciuti gli alibi. Ecco perché a margine del 2-1 ha bacchettato la sua squadra. «Mi sarei aspettato più cattiveria». Sì, cattiveria. O fame se preferite. Sarebbe servita a questo Lugano un po’ troppo timido nel primo tempo, al di là di una discreta organizzazione tattica e di alcune uscite dalla zona difensiva niente male. Sarebbe servita, già. Invece i padroni di casa hanno subito la verve nerazzurra sin dalle prime battute. Finendo secondo logica per incassare due reti....

Vuoi leggere di più?

Sottoscrivi un abbonamento per continuare a leggere l’articolo.
Scopri gli abbonamenti al Corriere del Ticino.

Abbonati a 9.- CHF

Hai già un abbonamento? Accedi

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Calcio
  • 1
  • 1