Certezze e qualità ritrovate nella valigia verso la Lituania

calcio

La Svizzera si è imbarcata per Vilnius, dove martedì affronterà la nazionale diretta da Valdas Ivanauskas nella sfida del gruppo C delle qualificazioni per il Mondiale 2022

Certezze e qualità ritrovate nella valigia verso la Lituania
©KEYSTONE/Salvatore Di Nolfi

Certezze e qualità ritrovate nella valigia verso la Lituania

©KEYSTONE/Salvatore Di Nolfi

Arrivederci Ginevra, benvenuta Lituania. Oggi, nel tardo pomeriggio, la Svizzera si è imbarcata verso la sua prossima destinazione. Vilnius, la capitale del Paese baltico, dove la nazionale rossocrociata proseguirà il proprio cammino verso i Mondiali qatarioti del 2022. Lo farà senza gli infortunati Manuel Akanji e Kevin Mbabu, oltre allo squalificato Denis Zakaria. Defezioni che hanno spinto Murat Yakin a richiamare nuovamente - come già nel mese di settembre - il metronomo del Basilea Fabian Frei.

Nella stiva del charter partito dalla Romandia, tra valigie e borsoni, la selezione elvetica ha inserito qualche bagaglio extra. Metaforico, va da sé, figlio dell’importante vittoria ottenuta sabato contro l’Irlanda del Nord. Un successo che ha permesso a Shaqiri e compagni di rispolverare delle...

Vuoi leggere di più?

Sottoscrivi un abbonamento per continuare a leggere l’articolo.
Scopri gli abbonamenti al Corriere del Ticino.

Abbonati a 9.- CHF

Hai già un abbonamento? Accedi

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Calcio
  • 1
  • 2

    Un Piccolo Dudic

    la giornata

    Il direttore di gara di Basilea-Lugano ha commesso un grave errore, anche due - La commissione arbitri dell’ASF gli riserverà lo stesso trattamento di Luca Piccolo?

  • 3

    Prospettiva che cambia

    Vietato ai minori

    Portieri rigoristi e bomber improvvisati in area avversaria sono entrati nella storia del calcio

  • 4

    Il tocco decisivo è del portiere

    Calcio regionale

    Il Paradiso agguanta il pari contro il Linth grazie alla rete del suo estremo difensore Alessio Bellante, rapace nell’area di rigore avversaria - «Prima della partita avevo visto il gol del mio collega Alisson su YouTube e sognavo di trovarmi nei suoi panni» dice il protagonista del fine settimana

  • 5
  • 1
  • 1