«Chi ha scatenato la rissa non dovrebbe più vedere un campo»

Il caso

Il presidente della FTC Fulvio Biancardi invoca una sanzione esemplare per i giocatori coinvolti negli scontri durante la partita di Terza Lega tra Semine e Locarno

«Chi ha scatenato la rissa non dovrebbe più vedere un campo»
© CdT/Gabriele Putzu

«Chi ha scatenato la rissa non dovrebbe più vedere un campo»

© CdT/Gabriele Putzu

L’umore del presidente della Federazione ticinese di calcio (FTC) Fulvio Biancardi va di pari passo con il meteo che ieri ha caratterizzato il nostro Cantone. È nero, dopo lo «spettacolo» andato in scena a Semine, quartiere di Bellinzona. Una rissa da «saloon» che a suon di condivisioni ha fatto il giro del Cantone (e non solo, se n’è parlato anche oltre San Gottardo, «Blick» in primis).

«È da ieri che sono al telefono, con giornalisti e con il Comitato della FTC», l’esordio amaro del presidente Biancardi. «Avrei voluto passare una domenica diversa. Sono arrabbiato e deluso, il calcio regionale non è quello del video, la pubblicità è stata pessima. È stata una brutta pagina della nostra storia, di cui avrei fatto meno». Il video in effetti non lascia spazio a interpretazioni. Da un sabato...

Vuoi leggere di più?

Sottoscrivi un abbonamento per continuare a leggere l’articolo.
Scopri gli abbonamenti al Corriere del Ticino.

Abbonati a 9.- CHF

Hai già un abbonamento? Accedi

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Calcio
  • 1
  • 2

    Sanzionata la Football Association

    Calcio

    L’Inghilterra dovrà giocare un incontro a porte chiuse per gli incidenti causati dai tifosi l’11 luglio scorso, il giorno della finale di Euro 2020

  • 3
  • 4

    Olanda, crolla parte della tribuna di uno stadio

    tragedia sfiorata

    È successo alla fine della partita di Eredivisie (la serie A olandese) tra NEC Nimègue e Vitesse Arnhem: fortunatamente non ci sono stati feriti, un container posto sotto la tribuna ha evitato che cedesse del tutto

  • 5

    Il ritorno sulla terra e l’ossessione zurighese

    Calcio

    La prima sconfitta dell’era Croci-Torti non va ingigantita perché maturata contro un avversario di spessore e in totale fiducia - Lo Zurigo, però, ha mostrato molto bene cosa manca oggi al Lugano

  • 1
  • 1