Chiasso, brutta sconfitta firmata Roman Buess

Calcio

L’ex attaccante del Locarno piazza la doppietta nel primo tempo e nella ripresa Ballet segna il definitivo 0-3

Chiasso, brutta sconfitta firmata Roman Buess
Baldo Raineri, allenatore del Chiasso. ©Ti-Press / Francesca Agosta

Chiasso, brutta sconfitta firmata Roman Buess

Baldo Raineri, allenatore del Chiasso. ©Ti-Press / Francesca Agosta

Già autore del definitivo 2-0 nel primo scontro diretto disputato lo scorso 2 dicembre alla Schützenwiese, Roman Buess ha deciso la sfida del Riva >IV realizzando una doppietta contro il fanalino di coda Chiasso. Privi degli squalificati Hajrizi e Maccoppi, i rossoblù hanno iniziato nel peggiore dei modi la sfida incassando la primna rete dell’ex attaccante del Locarno dopo appena quattro minuti di gioco. Un’esitazione dello spento Marzouk a centrocampo ha innsecato il contropiede dei Leoni zurighesi con un profondo lancio di Arnold per Di Nucci, la cui conclusione ravvicinata è stata miracolosamente deviata sulla traversa da Safarikas, poi però impotente sulla ribattuta da due passi di Buess . La quasi immediata reazione dei ragazzi di Baldo Raineri è poi sfociata nella clamorosa traversa colpita da Hadzi al 10’. È stata questa la più concreta opportunità da rete per i chiassesi, che al 44’ hanno subito il punto del raddoppio della squadra diretta dal tedesco Ralf Loose, firmata - una volta di più – da Buess, lesto ed implacabile a ribadire in fondo al sacco con una palombella di testa un suo precedente tiro al volo sugli sviluppi di un calcio d’angolo battuto corto da Kamberi. Una rete, la nona in campionato di Buess, che ha – di fatto - chiuso la contesa con i chiassesi salvati al 55’ dalla terza capitolazione da un grande intervento di Safarikas, decisivo sulla conclusione ravvicinata di Ballet, partito in contropiede dalla trequarti di campo. LO stesso Ballet, si è poi rifsartto all’83’, firmando il definitivo 3-0 con un tiro da fuori area, che sorpreso Safarikas sul primo palo.Per la compagine di confine, undicesima sconfitta stagionale e scontro diretto di venerdì prossimo alla Maladière contro il Neuchâtel Xamax, che assume già i crismi di uno spareggio-salvezza.

Tabellino

Chiasso-Winterthur 0-3 (0-2)

Reti: 4’ Buess 0-1, 44’ Buess 0-2, 83’ Ballet 0-3.

Arbitro: Johannes von Mandach.

Chiasso (3-4-3-3): Safarikas; Affolter, Magnin, Conus; Morganella (54’ Dixon), Pasquarelli (86’ Malula), Strechie (86’ Stevic), Hadzi; Malinowski (18’ Bahloul), Manicone, Marzouk. (54’ Almeida).

Winterthur (4-2-3-1): Marzino; Lekaj, Baak, Kamberi, Wittwer; Pepsi, Arnold, ; Di Nucci, Roberto Alves (80’ Kriz), Ballet; Buess.

Ammoniti: 33’ Conus, 36’ Morganella. 45’ Manicone, 45’ Lekaj, 45’ Strechie.

Note: Chiasso privo di Hajrizi e Maccoppi (squalificati), Stabile, Silva, Sifneos (infortunati); Winterthur senza Callà, Costinha, Emeghara, Gonçalves, Ltaief, Muci, Nezaj, Roth, Schüpbach, Spiegel (infortunati). Pali: 4’ Di Nucci (asta), 10’ Hadzi (asta)

Classifica

1. Grasshopper 32. 2. Winterthur 28. 3. Aarau 27. 4. Stade Lausanne-Ouchy 27. 5. Sciaffusa 26. 6. Thun 25. 7. Kriens 16. 8. Wil 13. 9. Neuchâtel Xamax FCS 12. 10. Chiasso 11.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Calcio
  • 1
  • 2

    Difesa in emergenza, ma obiettivo tre punti

    Calcio

    Per la sfida di domenica contro il Losanna, mister Jacobacci deve rinunciare a Maric, Guerrero e Kecskés - «Un’intera settimana di lavoro ci ha però fatto bene» sottolinea il tecnico del Lugano

  • 3

    Lo Ziegler d’America: «Caro Lugano, possiamo fare bene»

    Calcio

    Il neoacquisto dei bianconeri, reduce dall’esperienza nella Major League Soccer, affronta di petto gli scettici: «I miei 35 anni? Sono solo un numero, dentro di me c’è un fuoco che arde e nel Lugano ho trovato una squadra ambiziosa» - «La passione a Dallas è incredibile, ma il 2020 è stato difficile: per il ginocchio a terra durante l’inno abbiamo ricevuto tanti fischi»

  • 4

    Lo Young Boys firma l’impresa

    Calcio

    I gialloneri hanno eliminato il Bayer Leverkusen nei sedicesimi di finale di Europa League - Nella gara di ritorno, in Germania, è finita 0-2 con reti di Siebatcheu e Fassnacht

  • 5

    Ma alla fine quanto vale Lionel Messi?

    Calcio

    Le rivelazioni sul contratto monstre dell’argentino, 555 milioni di euro lordi in quattro stagioni, hanno suscitato scalpore e indignazione - «Grazie al giocatore il Barcellona ha visto crescere il fatturato da 140 a 800 milioni, ecco perché lo stipendio è legittimo» replica l’esperto Marco Bellinazzo

  • 1
  • 1