Chiasso, tra interrogativi e addii illustri

Calcio

I rossoblù si sono separati con effetto immediato da tre pezzi da novanta: Bruno Martignoni, Patrick Rossini e Rodrigo Pollero - Il direttore generale Nicola Bignotti: «Decisioni prese a malincuore e dettate da motivi finanziari, la prossima stagione va pianificata con prudenza»

Chiasso, tra interrogativi e addii illustri
Il dg del Chiasso Nicola Bignotti. ©CdT/Gabriele Putzu

Chiasso, tra interrogativi e addii illustri

Il dg del Chiasso Nicola Bignotti. ©CdT/Gabriele Putzu

Cosa sta succedendo all’ombra del Riva IV? A chiederselo sono molti tifosi e più in generale la piazza. D’altronde i risultati del Chiasso dal ritorno in campo sono quelli che sono: tre sconfitte su tre e ben poco da salvare. A render ancor più nebulosa la situazione lungo il confine vi è poi la decisione della società di rinunciare con effetto immediato a tre pezzi da novanta: l’oramai ex capitano Bruno Martignoni e i due attaccanti Patrick Rossini e Rodrigo Pollero. Tutti in scadenza proprio a fine giugno. «Continuare a vestire la maglia rossoblù rappresentava la mia priorità; di qui la disponibilità data al club per proseguire insieme» sottolinea Martignoni. Dalle parole di Bruno trasuda amarezza. Il difensore ticinese preferisce comunque aggrapparsi alla diplomazia. «Con la dirigenza non...

Vuoi leggere di più?

Sottoscrivi un abbonamento per continuare a leggere l’articolo.
Scopri gli abbonamenti al Corriere del Ticino.

Abbonati a 9.- CHF

Hai già un abbonamento? Accedi

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Calcio
  • 1
  • 1