Clamoroso: il Qatar batte la Svizzera

Rossocrociati inguardabili: l’amichevole di Cornaredo finisce 1-0 - È la prima sconfitta degli elvetici nella storia a Cornaredo

Clamoroso: il Qatar batte la Svizzera

Clamoroso: il Qatar batte la Svizzera

Clamoroso: il Qatar batte la Svizzera

Clamoroso: il Qatar batte la Svizzera

Clamoroso: il Qatar batte la Svizzera

Clamoroso: il Qatar batte la Svizzera

LUGANO - A Cornaredo la Svizzera non aveva mai perso. Mai. Prima o poi doveva succedere. È capitato contro un avversario modesto e senza grandi individualità. Il Qatar. L'amichevole pre Belgio di Lugano ha sorriso agli ospiti. Uno a zero. Gioia infinita per la nazionale qatariota; fischi e imbarazzo sul fronte rossocrociato.

Schierata con un 3-5-1-1 rivelatosi inefficace, nel primo tempo la Svizzera è passata accanto al match. Senza mordente, senza grinta, senza la necessaria voglia. I rossocrociati hanno passeggiato per il campo, con l'altezzosità dei giorni peggiori. L'unico pericolo? Un palo di Lang su corner. Poco, troppo poco. Soprattutto perché il Qatar dall'altra parte ha creato occasioni a ripetizione costringendo perfino Mvogo al miracolo. Eccolo, l'inatteso protagonista. Il portiere degli elvetici. Il pubblico di Cornaredo ovviamente non ha gradito e dalla Monte Brè sono volati alcuni fischi. Di più, il Qatar era riuscito addirittura a segnare un gol. Ma è stato annullato per fuorigioco.

Nella ripresa Petkovic ha effettuato le canoniche sei sostituzioni previste in regime di amichevole, passando anche alla difesa a quattro. Qualcosa è migliorato, ma nemmeno troppo. Alcune fiammate, un paio di guizzi del neo entrato Shaqiri, una traversa di Fassnacht e nulla più. Ancora: poco, troppo poco. La partita si è così trascinata stancamente verso il novantesimo nel silenzio generale di Cornaredo (a proposito: lo speaker ha annunciato oltre 4.000 spettatori ma a noi sembravano molti di meno). Stancamente mica tanto, almeno non per il Qatar che all'86' ha sfruttato un'imbucata per portarsi clamorosamente in vantaggio. Uno a zero. Incredibile, ma vero.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Calcio
  • 1
  • 2
    Calcio

    Difesa in emergenza, ma obiettivo tre punti

    Per la sfida di domenica contro il Losanna, mister Jacobacci deve rinunciare a Maric, Guerrero e Kecskés - «Un’intera settimana di lavoro ci ha però fatto bene» sottolinea il tecnico del Lugano

  • 3
    Calcio

    Lo Ziegler d’America: «Caro Lugano, possiamo fare bene»

    Il neoacquisto dei bianconeri, reduce dall’esperienza nella Major League Soccer, affronta di petto gli scettici: «I miei 35 anni? Sono solo un numero, dentro di me c’è un fuoco che arde e nel Lugano ho trovato una squadra ambiziosa» - «La passione a Dallas è incredibile, ma il 2020 è stato difficile: per il ginocchio a terra durante l’inno abbiamo ricevuto tanti fischi»

  • 4
    Calcio

    Lo Young Boys firma l’impresa

    I gialloneri hanno eliminato il Bayer Leverkusen nei sedicesimi di finale di Europa League - Nella gara di ritorno, in Germania, è finita 0-2 con reti di Siebatcheu e Fassnacht

  • 5
    Calcio

    Ma alla fine quanto vale Lionel Messi?

    Le rivelazioni sul contratto monstre dell’argentino, 555 milioni di euro lordi in quattro stagioni, hanno suscitato scalpore e indignazione - «Grazie al giocatore il Barcellona ha visto crescere il fatturato da 140 a 800 milioni, ecco perché lo stipendio è legittimo» replica l’esperto Marco Bellinazzo

  • 1