Claudius Schäfer: «Dopo il definitivo sì al PSE ho stappato un buon vino rosso»

Calcio

A quasi un decennio dall’inizio del proprio mandato, il CEO della Swiss Football League si racconta tra sfide passate, presenti e future

Claudius Schäfer: «Dopo il definitivo sì al PSE ho stappato un buon vino rosso»
Il dirigente rossocrociato si attiverà affinché nei prossimi mesi le attuali formule dei campionati di Super e Challenge League vengano cambiate. © Keystone/Anthony Anex

Claudius Schäfer: «Dopo il definitivo sì al PSE ho stappato un buon vino rosso»

Il dirigente rossocrociato si attiverà affinché nei prossimi mesi le attuali formule dei campionati di Super e Challenge League vengano cambiate. © Keystone/Anthony Anex

Signor Schäfer, iniziamo riavvolgendo il nastro dei ricordi. Il 16 dicembre 2011 incominciava il suo percorso come CEO della Swiss Football League. Un’avventura che, all’epoca, partì con il classico debutto di fuoco...

«Vorrei fare una premessa dicendo che mi sembra incredibile che siano già trascorsi dieci anni. Comunque sì, nei miei primi mesi di lavoro dovetti far fronte a due questioni spinose e, come si suol dire, fui subito gettato nell’acqua gelida. La prima fu il caso dei discussi trasferimenti illegali del FC Sion, retaggio della diatriba legata all’acquisto del portiere egiziano Essam El-Hadary. Il tutto sfociò in una penalizzazione monstre di 36 punti in classifica per i vallesani. Nello stesso periodo il Neuchâtel Xamax stava dal canto suo facendo i conti con la nuova proprietà...

Vuoi leggere di più?

Sottoscrivi un abbonamento per continuare a leggere l’articolo.
Scopri gli abbonamenti al Corriere del Ticino.

Abbonati a 9.- CHF

Hai già un abbonamento? Accedi

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Calcio
  • 1

    Nessuno ha pochi rigori come il Lugano

    Calcio

    Dal 2018-19 in avanti, in Super League, i bianconeri si sono presentati sul dischetto ogni 667 minuti – Lo Young Boys, primo in questa speciale classifica, ogni 354 minuti – Tra una settimana intanto riparte il campionato: facciamo il punto della situazione

  • 2
  • 3
  • 4

    Stelle di un altro firmamento

    Calcio

    A fine marzo il «Clasico» femminile tra Barcellona e Real Madrid potrebbe spingere al Camp Nou più di 70.000 spettatori: un record a livello di club - Al di là della simbolicità di alcune iniziative, il divario con i colleghi rimane enorme - Formazione, professionalizzazione, salari e visibilità: le sfide della crescita

  • 5

    Svizzera-Kosovo: festa del calcio o bomba a orologeria?

    Calcio

    L’amichevole del 29 marzo, in programma a Zurigo, costituirà una prima storica - Alcuni rossocrociati riabbracceranno le proprie origini: il timore è che sulle tribune e forse in campo lo sport lasci spazio alla propaganda - Pierluigi Tami: «I Mondiali del 2018? Insensato evocarli»

  • 1
  • 1